Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

La cooperativa dopo il sit-in dei lavoratori: "Amarezza ma ha aderito solo il 36% dei lavoratori"

"Quello che possiamo dire con certezza è la percentuale di Soci Lavoratori che hanno partecipato allo sciopero di oggi, che risulta essere del 36%"

Il presidente di Aster Coop, Claudio Macorig interviene sullo sciopero che ha visto il sit-in dei lavoratori davanti al magazzino di Pievesestina. "L’accordo aziendale integrativo è stato firmato  il 6 ottobre da tutte le organizzazioni sindacali, amarezza e stupore per lo sciopero. Lo scambio del servizio mensa con il buono pasto chiesto dai sindacati metterebbe in difficoltà molti soci. Aster Coop ha sempre applicato il CCNL di settore, sin dagli albori, la nostra è una storia cooperativa di partecipazione e condivisione, continueremo a cercare il dialogo a tutti i livelli".

"Dopo oltre un anno di trattativa (in tutti gli altri magazzini sono stati sufficienti due incontri) il 6 ottobre scorso è stato sottoscritto un accordo integrativo aziendale anche per il magazzino di Pievesestina di Cesena con le tre sigle sindacali firmatarie del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL). Come abbiano illustrato l’accordo nelle assemblee e come lo abbiano sottoposto a referendum le organizzazioni sindacali non lo sappiamo, poiché giustamente ognuno sceglie le proprie modalità. Quello che possiamo dire con certezza è la percentuale di Soci Lavoratori che hanno partecipato allo sciopero di oggi, che risulta essere del 36%. Ci risulta difficile accettare le nuove richieste delle organizzazioni sindacali , che consistono nello scambio del servizio mensa con un buono pasto. Davvero facciamo fatica a prendere in considerazione tale richiesta".

"Ci sono Soci - prosegue Macorig - che iniziano il primo turno del mattino alle ore 6 e qualcuno che non ha mezzi di trasporto disponibili ed è costretto a svegliarsi alle 4 del mattino e pertanto riteniamo assolutamente indispensabile che a metà turno abbia la possibilità di fermarsi per consumare un pasto caldo. Per quanto riguarda il mancato rispetto del CCNL, pur con amarezza, aspettiamo che i sindacati ci indicano quali sono gli articoli che vengono applicati diversamente da quanto sottoscritto da esse stesse a livello nazionale. A noi risulta che le condizioni applicate in Aster Coop sono di gran lunga di miglior favore. Con grande amarezza e molto stupore proprio non riusciamo a comprendere le ragioni di questo sciopero".  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cooperativa dopo il sit-in dei lavoratori: "Amarezza ma ha aderito solo il 36% dei lavoratori"

CesenaToday è in caricamento