La confusione dei ragazzi gli toglie il sonno: minaccia "silenziosa", mostra loro il calcio di una pistola

Dalle descrizioni fornite dai testimoni ascoltati, gli operatori di Polizia Giudiziaria sono risaliti all’identità del soggetto

Una segnalazione anonima di una persona verosimilmente armata, arricchita da diverse testimonianze, ha portato nei giorni scorsi la Squadra Giudiziaria del Commissariato della Polizia di Stato di Cesena a denunciare in stato di libertà un quarantacinquenne cesenate, per minaccia aggravata e violazione alle norme integrative della disciplina vigente per il controllo delle armi.

Secondo quanto appurato, l'individuo si trovava in casa in procinto di addormentarsi, quando - insofferente alla confusione creata con urla e parlottio prolungato e molesto da parte di un gruppo di giovani avventori di un crcolo ricreativo nelle vicinanze - è sceso in strada, presentandosi davanti al gruppetto per lamentarsidella confusione fatta ed intimidendoli, senza proferire parola, mostrando una verosimile pistola, di cui si distingueva il “calcio” (impugnatura), tenuta alla cintola e nascosta da una maglietta, per poi allontanarsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalle descrizioni fornite dai testimoni ascoltati, gli operatori di Polizia Giudiziaria sono risaliti all’identità del soggetto quarantacinquenne, già noto per un fatto analogo occorso circa due anni fa nella locale zona Stazione ferroviaria, procedendo ad una perquisizione della sua abitazione, che ha portato al sequestro di due pistole ad aria compressa prive di tappo rosso, risultate entrambi non rientranti nella categoria delle armi comuni da sparo. Nei confronti dello stesso si è proceduto pertanto alla denuncia, in quanto la sera del fatto ha minacciato i presenti mostrando l’arma che portava alla cintura e che poteva somigliare alla pistola in dotazione alle forze dell’ordine, traendo in inganno i testimoni ed ingenerando negli stessi un effetto intimidatorio identico a quello provocabile con un’arma vera, non distinguibile però al momento dell’accaduto.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • Si schianta contro il guard rail in uscita dalla curva, il motociclista muore sul colpo

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Coronavirus, il bollettino di domenica: nuovi contagiati con sintomi

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

  • Il forte odore allarma i vicini, non dava notizie da 12 giorni: trovato morto in casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento