Cronaca

La Biblioteca Malatestiana si propone a Roma come "Memoria del mondo"

La Biblioteca Malatestiana protagonista a Roma del primo incontro di tutti i beni italiani inseriti nel registro delle Memorie del Mondo dell'Unesco. Primo bene italiano a essere iscritto fra le Memorie del Mondo dell'Unesco, la Biblioteca Malatestiana di Cesena sarà fra i protagonisti di un convegno

La Biblioteca Malatestiana protagonista a Roma del primo incontro di tutti i beni italiani inseriti nel registro delle Memorie del Mondo dell’Unesco. Primo bene italiano a essere iscritto fra le Memorie del Mondo dell’Unesco, la Biblioteca Malatestiana di Cesena sarà fra i protagonisti del convegno “La memoria condivisa” che per la prima volta vede riunite insieme tutte le istituzioni italiane iscritte al prestigioso registro. L’incontro, promosso dall’Istituto Luce - Cinecittà con il patrocinio della Commissione Italiana Unesco e del MIBAC in occasione della Giornata Mondiale del Patrimonio Audiovisivo dell'Unesco, si terrà nel complesso del Vittoriano a Roma lunedì 28 ottobre.

Alle istituzioni italiane iscritte nel registro Memory of the world dell’Unesco sarà dedicata la sessione di apertura dei lavori: oltre alla Biblioteca Malatestiana – della quale parlerà la dottoressa Paola Errani, illustrando la collezione libraria di Malatesta Novello – ci saranno i rappresentanti della Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze, dell’Archivio diocesano di Lucca e dell’Archivio Storico Luce di Roma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Biblioteca Malatestiana si propone a Roma come "Memoria del mondo"

CesenaToday è in caricamento