Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Verghereto

La bella storia della mobilitazione per salvare la piccola scuola di Balze arriva sulla Rai

Venerdì mattina una troupe di Rai Sport con l'ex ciclista Stefano Garzelli, commentatore televisivo del Giro d'Italia, ha fatto tappa a Balze

La favola bella della scuola elementare di Balze salvata dagli artigiani e dai residenti finisce sulla Rai. Venerdì mattina una troupe di Rai Sport con l'ex ciclista Stefano Garzelli, commentatore televisivo del Giro d'Italia, ha fatto tappa  nella sede di Confartigianato di San Piero in Bagno e poi alla scuola elementare delle Balze. 

"Il servizio sulla scuola - spiega Pierluigi Battistini, responsabile Confartigianato Valle del Savio - verrà trasmesso il 17 maggio su Rai 2 durante la trasmissione della tappa del Giro d'Italia che arriverà a Bagno di Romagna. Oggi la troupe è venuta a a riprendere la scuola elementare delle Balze e gli allievi, protagonista di una storia bella e edificante. Dopo il terremoto in Emilia del 2012 i locali della vecchia scuola statale delle Balze non sono stati giudicati più a norma –  ed è stata chiusa. Gli anni successivi gli scolari sono stati ospitati in locali diversi visto che l'amministrazione comunale non aveva il danaro per mettere in sicurezza i vecchi locali, in vista del trasferimento nella scuola di Verghereto. A quel punto si è mosso il paese”.

“I residenti alle Balze - prosegue Battistini - sono circa trecento e ciascuno ha fatto la sua parte: sono stati reperiti   i locali della parrocchia dove c'è l'asilo della Madonna dell'Apparizione. A quel punto artigiani e la gente del posto si è offerta volontariamente per fare i lavori di ristrutturazione e adeguamento. Intanto grazie alla generosità di tanti del posto e fuori abbiamo raccolto trentamila euro per coprire almeno le spese dei materiali. Le ore di lavoro, invece, sono state un dono che gli artigiani e tanti volontari hanno fatto con gioia alla Balze, al nostro amato paese,  e ai nostri figli. Si è lavorato un mese d'estate intensivamente per adattare i locali e a settembre è avvenuto l'insediamento di 14 scolari dalla prima alla quinta”.

“Confartigianato per il Sociale, la nostra associazione di promozione sociale che sostiene i progetti per il territorio – prosegue Battistini - ha donato cinquemila euro alla scuola. L'abbiamo fatto perché i nostri paesi di montagna senza servizi rischiano di morire. E Confartigianato, insieme a residenti e imprese territoriali, lo vuole impedire".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La bella storia della mobilitazione per salvare la piccola scuola di Balze arriva sulla Rai

CesenaToday è in caricamento