Lo chef Gorini scherza sul collega cinese, bufera per una foto social

Lo chef di San Piero in Bagno è stato al centro di un episodio discusso durante Gelinaz, la gara tra chef internazionali 

La foto incriminata

Ha causato un polverone social ma il caso è già rientrato con tanto di scuse accettate dal collega cinese. Gianluca Gorini, chef di San Piero in Bagno è stato al centro di un episodio discusso durante Gelinaz, la gara tra chef internazionali che mescola le ricette di grandi cuochi di paesi di tutto il mondo.

Il suo "Da Gorini" a San Piero ha da poco ricevuto una stella sulla guida Michelin. Il polverone è partito da una foto postata su Instagram, poi prontamente rimossa. Per festeggiare il menu ricevuto dallo chef cinese Victor Liong, Gorini e il suo staff goliardicamente si sono messi dei cappelli conici asiatici, tirandosi gli angoli degli occhi per imitare quelli degli orientali. Una burla che ha scatenato in poco tempo via social accuse di razzismo, in particolare da Jen Agg, ristoratrice canadese che ha rilanciato la foto di Gorini su Instagram. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo chef di San Piero si è subito scusato: "Non avrei mai pensato che una foto potesse generare tutto questo. Lo scatto in questione è stato dettato dall’eccitazione e dall’entusiasmo che il confronto con una nuova cultura ha generato nel nostro lavoro quotidiano. Ora mi rendo conto che probabilmente non conosco abbastanza bene il problema e che ne ho sottovalutato il significato. Sono contro ogni forma di violenza e soprattutto contro ogni forma di razzismo. Credo fermamente nel confronto, nella condivisione e nella contaminazione con altre culture e paesi, come stimolo per la mia crescita e quella delle generazioni future. Mi scuso con tutti quelli che ho offeso. Non era mia intenzione offendere nessuno, tanto meno discriminare le altre culture. Per favore, Victor, mi piacerebbe invitarti a venire in Italia e trascorrere alcuni giorni qui nel mio ristorante come mio ospite, per celebrare il significato delle relazioni tra culture diverse e fare una cena a quattro mani insieme. Perdonami”. Scuse accettate dallo chef cinese che ha difeso pubblicamente Gorini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

  • Il furgone come "ariete", spariscono borse e scarpe di lusso: colpo da 100mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento