Cronaca

"L'intervallo" dura da vent'anni: la targa di Confcommercio per l'anniversario del bar tabaccheria

I titolari: "In questa convivenza con la pandemia abbiamo vissuto tute le fasi, sempre reinventandoci e adattandoci alla situazione, cercando di potenziare i servizi possibili"

I fratelli Giuseppina e Mirco Brunelli al centro, festeggiati dai vertici di Confcommercio fra cui il presidente Augusto Patrignani

Festa dei vent’anni per Giuseppina e Mirco Brunelli, fratelli, che gestiscono la caffetteria “Intervallo” adiacente alla Agenzia delle Entrate, aperta il 3 febbraio 2001. I vertici di Confcommercio, il presidente Augusto Patrignani, il presidente Fipe cesenate baristi Angelo Malossi, il direttore Giorgio Piastra e il vicedirettore Alberto Pesci hanno consegnato ai baristi titolari una targa in cui a nome della associazione si complimentano per l’impegno e la professionalità dimostrati dai loro associati in queste due decadi, con una menzione speciale per il loro propositivo dinamismo e la simpatia.

“Il nostro bar-tabaccheria è in una zona di passaggio e vicina a uffici molto frequentati e il lavoro non è mai mancato - dicono Giuseppina e Mirco -: in quest’anno di convivenza con la pandemia, ferma restando la tabaccheria servizio essenziale sempre aperta, abbiamo vissuto tute le fasi e tutte le colorazioni con i bar, reinventandoci e adattandoci alla mutata situazione pronti a potenziare asporto e consegna a domicilio quando erano permesse solo quelle forme di vendita. Siamo diventati più eclettici. Abbiamo consegnato e consegnamo colazioni agli uffici e ci siamo adeguati al tempi difficili. Abbiamo mantenuto la clientela fidelizzata che si allarga anche ai rappresentanti che quando si fermano per lavoro in città ci conoscono e ci vengono a trovare. Il 3 febbraio, in occasione del ventennale, coinciso anche con la riapertura del bar dopo il periodo di zona arancione, vari clienti hanno condiviso con noi le foto che abbiamo messo a disposizione sull’inaugurazione di vent’anni fa, e c’è chi si è riconosciuto. Una bella cosa, per noi”.

“Chiaro che quest’anno è stato durissimo -. aggiungono Giuseppina e Mirco Brunelli -. e la nostra categoria è stata ed è fortemente penalizzata - ma non è nella nostra indole lamentarci. Ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo cercato di fare di necessità virtù, favoriti anche dal fatto che con la tabaccheria aperta, il passaggio era assicurato. Vinta la pandemia avremo il motore caldo per il ritorno alla normalità”.

“Confcommercio - mettono in luce il presidente Augusto Patrignani e il presidente Fipe cesenate baristi Angelo Malossi - è sempre accanto ai suoi imprenditori. Baristi e ristoratori sono tra le categorie più colpite dall'emergenza sanitaria perché hanno visto bloccarsi e ridurre in maniera consistente il lavoro. Da un anno siamo al fianco di tutte le imprese per ottenere risultati positivi per la loro attività. I fratelli Brunelli, all’avanguardia per professionalità e intraprendenza, incarnano la figura dei baristi disponibili e sempre dalla parte dei clienti. Complimenti per i loro vent'anni da protagonisti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'intervallo" dura da vent'anni: la targa di Confcommercio per l'anniversario del bar tabaccheria

CesenaToday è in caricamento