rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Bagno di Romagna

L'ex asilo ospiterà tanti servizi per i cittadini, il progetto vince il bando regionale e intercetta 100mila euro

"Su una base di 22 progetti candidati, il nostro progetto è rientrato tra i primi 11 ammissibili a finanziamento, tra i quali ha ottenuto il massimo punteggio, posizionandosi primo in graduatoria"

Il progetto di riqualificazione dell’ex Asilo San Quirico di Selvapiana, denominato 'VariEtà' al San Quirico, si è posizionato al primo posto della graduatoria del bando regionale di rigenerazione urbana, ottenendo così un contributo di 100.000 euro. Ne dà notizia il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini.

"Su una base di 22 progetti candidati, il nostro progetto è rientrato tra i primi 11 ammissibili a finanziamento, tra i quali ha ottenuto il massimo punteggio, posizionandosi primo in graduatoria. Si tratta di un’occasione di soddisfazione per una diversa serie di ragioni. In primo luogo, perché il progetto è stato da interamente gestito e predisposto dall’Amministrazione Comunale. L’Ufficio Comunale di Gestione e Assetto del Territorio ed in particolare della Responsabile Arch. Roberta Biondi ha curato la proposta tecnica. L’Assessore Claudia Mazzoli, parallelamente, ha gestito la partecipazione dei cittadini e dei partner di progetto. Inoltre, l’elemento qualificante di questo progetto è la partecipazione che ne ha caratterizzato la nascita, la condivisione e che ne determinerà lo sviluppo. L’iniziativa, infatti, nasce nell’ambito di un Tavolo di confronto e di lavoro che l’Assessore Mazzoli ha attivato con la Pro Loco di Selvapiana, che oltre ad essere riferimento istituzionale del borgo gestisce in comodato l’ex Asilo, ed ASP Valle Savio, che invece è proprietaria dell’immobile. Nello specifico, il progetto consiste in un intervento complessivo di “Manutenzione per usi temporanei del fabbricato Ex Asilo San Quirico”, finalizzato a trasformalo in un centro civico con gestione elastica degli spazi,  ove verranno insediati servizi pubblici a favore della cittadinanza, quali lo Sportello Facile comunale, servizi essenziali di tipo sanitario e sociale, nuove forme di compresenza e alternanza di usi, dallo svago al co-working, servizi a supporto alle persone finalizzati a creare occasioni di scambio tra generazioni e culture diverse". 

Spiega il sindaco: "Si tratta di un approccio progettuale sperimentale e innovativo che e si inserisce nel quadro strategico del Comune a supporto delle politiche di welfare, che vede come destinatari i cittadini del bacino di Selvapiana, Acquapartita, Casellina, che saranno coinvolti nella scelta degli usi temporanei da attivare. Il contributo di 100.000 euro va a sommarsi al finanziamento di altrettanti 100.000 euro che il Comune ed ASP avevano già precedentemente concordato di investire sulla riqualificazione dell’ex Asilo, che quindi potrà contare su un intervento complessivo di 200.000 euro. Nel quadro degli interventi complessivi si inserisce anche il progetto di riqualificazione dell’area esterna all’ex Asilo, che il Comune ha già finanziato con risorse proprie per rinnovare il giardino e dotarlo di nuovi arredi e giochi per bambini. A questo punto, per maggiore informazione, si procede con l’avvio della finalizzazione del progetto, a cui seguirà la procedura di affidamento dei lavori, che si prevede verranno svolti e terminati nel 2023".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex asilo ospiterà tanti servizi per i cittadini, il progetto vince il bando regionale e intercetta 100mila euro

CesenaToday è in caricamento