Cronaca

L'effetto lockdown sulle scuole, ecco come calano i contagi. Nel Cesenate sono 19 i focolai

E' in flessione anche la curva che riguarda sia bambini e ragazzi in età scolastica, cioè tra zero e 18 anni, sia il personale docente e non docente

E' in flessione anche la curva che riguarda sia bambini e ragazzi in età scolastica, cioè tra zero e 18 anni, sia il personale docente e non docente. Dal primo al 21 marzo sono stati registrati nella provincia di Forlì-Cesena 461 casi, 141 dall'1 al 7, 198 dall'8 al 14 e 122 dal 15 al 21, per una variazione percentuale del 38,4% rispetto al precedente rilevamento. Nel Cesenate i focolai in ambito scolastico sono 19, contro i 6 del Forlivese, i 72 del Ravennate ed i 5 del Riminese.

Questi dati sono stati diffusi mercoledì dall'Ausl Romagna nel suo consueto bollettino settimanale, con la situazione aggiornata al 22 marzo, con la didattica a distanza al 100%, salvo aperture per disabili e attività di laboratorio. Anche con le scuole chiuse è proseguita l'attività di screening dell'Igiene Pubblica sui bambini in età scolare che avevano avuto contatti con compagni di classe o personale scolastico risultati positivi prima del ritorno alla didattica a distanza con l'entrata in vigore della zona rossa dall'8 marzo. Il picco dell'onda è arrivato una settimana dopo la chiusura, il 15 marzo, con 37 focolai scolastici attivi.

Il dato regionale

In Emilia Romagna, invece, dall'8 al 21 marzo, si sono registrati in tutto 2.921 nuovi casi tra gli alunni e 353 tra il personale scolastico. Rispetto alle settimane precedenti, gli ultimi 15 giorni di marzo fanno registrare un calo di contagi nella fascia zero-18 anni del 16%. A febbraio invece i contagi erano aumentati del 23% tra il 7 e il 21 di quel mese rispetto alle due settimane precedenti (2.772 casi contro 2.254) e di un altro 26% dal 22 febbraio e il 7 marzo (3.500 casi). Tra il personale scolastico, invece, nelle due settimane centrali di marzo i contagi sono calati del 37% rispetto ai 15 giorni precedenti, quando invece i casi erano saliti del 42% rispetto alle due settimane prima. A livello territoriale tutte le province registrano un forte calo di contagi tra bambini, ragazzi e personale scolastico, in particolare nell'ultima settimana (dal 15 al 21 marzo).

Nel complesso, in Emilia-Romagna dal 14 settembre al 21 marzo sono 23.289 i casi di covid nella fascia d'eta' 0-18 anni, cioe' l'8,2% del totale dei contagi registrati dall'avvio dell'anno scolastico. Si parla di 2.663 casi tra 0-3 anni; 957 tra i bimbi di scuola materna; 7.229 tra gli alunni delle elementari; 5.473 tra quelli delle medie; 6.967 tra i ragazzi delle superiori. Di questi, tra l'8 e il 21 marzo i contagi hanno riguardato: 463 bimbi da zero-3 anni; 147 in eta' da scuola materna; 873 alle elementari; 603 alle medie; 835 alle superiori. In tutto sono 2.961 i casi nella fascia d'eta' 0-18 anni tra l'8 e il 21 marzo. Tra il personale scolastico si sono registrati invece 3.802 casi ossia l'1,3% da settembre a oggi, di cui 353 nelle ultime due settimane di marzo.

L'apertura di Draghi

Il 6 aprile scadrà il dpcm attualmente in vigore, che contiene le norme finalizzate a contenere la diffusione del covid-19, e il governo sta studiando il nuovo provvedimento da mettere in campo dopo Pasqua, con l'idea di puntare anche ad alcune riaperture. Prima fra tutte, quella della scuola. "Se la situazione epidemiologica lo permette cominceremo a riaprire la scuola in primis, con le primarie e l'infanzia anche nelle zone rosse, allo scadere delle attuali restrizioni, speriamo subito dopo Pasqua", ha annunciato il premier Mario Draghi nell'informativa al Senato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'effetto lockdown sulle scuole, ecco come calano i contagi. Nel Cesenate sono 19 i focolai

CesenaToday è in caricamento