menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L’antico Borgo di Serra di Tornano festeggia il suo patrono

All'inizio del cristianesimo Tornano era sede di una Pieve, poi la vita si spostò nel castello costruito nel XIII secolo, come peraltro quello di Serra, che però doveva essere una frazione di quello di Tornano

Domenica 12 agosto 2018 si terrà la festa presso l’antico Borgo di Serra di Tornano, in comune di Mercato Saraceno. Il giovane e dinamico parroco don Maurizio Macini ha organizzato una semplice festa per ricordare il patrono, San Bartolomeo, con la messa alle ore 16 e un momento di festa seguente, come la semplicità e l’accoglienza di questi luoghi propongono. Serra e Tornano, due speroni rocciosi ubicati sotto il monte Aquilone, in pieno territorio marchigiano, ma ancora sotto la giurisdizione del comune di Mercato Saraceno. Siamo all’inizio della Valle dell’Uso, che conduce allo splendido borgo di Montetiffi per giungere poi alla pianura romagnola. Qui si trovano gli abitanti di Serra e Tornano, frequentati dall'uomo fin dall'epoca romana, con insediamenti sparsi, un tempo molto popolati e legati alla vita dei campi. Oggi restano poche famiglie. All'inizio del cristianesimo Tornano era sede di una Pieve, poi la vita si spostò nel castello costruito nel XIII secolo, come peraltro quello di Serra, che però doveva essere una frazione di quello di Tornano, abitata dal contado. La storia più recente di queste borghi è legata all'attività di estrazione dello zolfo nelle vicine miniere di Perticara. Un tentativo fu fatto anche nel territorio di Tornano ma, nonostante uno scavo fra i più bassi d'Italia a 541 mt., lo zolfo non fu mai raggiunto e la discenderia fu utilizzata nel sistema di ventilazione delle miniere di Perticara. La storia di Serra e Tornano è comunque quella di un territorio aspro e difficile ricco di un fascino antico quanto il mondo, ma povero di risorse economiche che consentano di preservarlo da un ineluttabile abbandono da parte delle poche famiglie che ancora vi risiedono. Le due chiesette di Serra e Tornano sono due capolavori d’arte e scrigni d’oggetti bellissimi e campane antiche. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento