Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Montiano

L'agriturismo ribelle continua la sua battaglia: "Non chiederò ai clienti il Green pass"

Natascia Balducci, titolare di Capra & Cavoli, aveva aderito all'iniziativa 'Io apro', stremata dalle spese. "Ho racimolato oltre 30 mila euro di sanzioni. Ho fatto ricorso, io avevo tutto in regola"

Dallo scorso gennaio, quando, causa covid, i ristoranti dovevano stare chiusi e lei, invece, ridotta allo stremo dai debiti, aveva aderito all'iniziativa nazionale chiamata "Io apro", aveva iniziato a praticare la disobbedienza. Lasciava entrare i clienti nel suo agriturismo con tavoli distanziati, mascherine e un costosissimo sanificatore certificato che, come spiega Natascia Balducci, "tenendolo acceso per due ore pulisce l'aria per tutto il giorno". Ora, che dal 6 agosto diventerà obbligatorio esibire il green pass per accedere ai ristoranti, la proprietaria di “Capra & Cavoli” agriturismo di Montiano, prosegue coerentemente con la sua linea. "Non chiederò il green pass ai miei clienti perché la ritengo una procedura illegale. Anche i miei legali mi hanno detto che un ristoratore non può chiedere un dato così sensibile - spiega Natascia Balducci - Non voglio entrare in merito all'efficacia o meno dei vaccini perché non sono un medico ma io penso che, vista la confusione che hanno fatto fino adesso, questa scelta sia l'ultimo atto anticostituzionale che stanno mettendo in pratica. Lede la libertà personale e io penso proprio di non applicarlo. Martedì andremo giù a Roma insieme al gruppo di 'Io Apro' e prenderemo le nostre decisioni per procedere tutti in armonia".

Natascia ha aperto l'agriturismo il 12 febbraio del 2020. Dopo nemmeno 20 giorni ha dovuto chiuderlo per via della pandemia. Un investimento economico importante, reso improduttivo fin dall'inizio. Poi ha riaperto a giugno e ha lavorato bene fino a fine ottobre. Novembre e dicembre è stata nuovamente chiusa. "A gennaio, quando era un po' che non avevo più soldi per il gas, mi avevano tagliato la luce, mi scaldavo con un po' di legna, avevo venduto tutto l'oro di famiglia, ma avevo ugualmente 1500 euro di affitto da pagare ogni mese e altre 2500 euro di spese vive - spiega Natascia - mi sono detta o apro o chiudo per sempre con moltissimi debiti. Allora ho preso coraggio e ho tenuto aperto. 71 verbali in tutto. 9 miei e il resto rilevato ai miei clienti. Faccia il conto, sono circa 400,500 l'uno, alla fine ho racimolato oltre 30 mila euro di sanzioni. Ho fatto ricorso anche perché io avevo tutto in regola, distanze, mascherine e sanificatore. E nessuno, qui da me, clienti o lavoratori, finora si è ammalato. Ora vediamo che succederà".

Al momento Natascia sta lavorando nel suo grande parco di Montiano (in via Golano 235), con i tavoli distanziati a oltre due metri l'uno, e tanta voglia di riconciare in tranquillità. Anche domenica 25 luglio organizzerà una serata particolare per i suoi clienti durante la quale saranno presenti gli Astrofili del Rubicone con telescopi, webcam e schermo per proiezioni a svelare i segreti dei corpi
celesti visibili. Dalle 20,30 sarà servito un gustoso menù in forma di cena-spettacolo-pic nic sull'accogliente prato della struttura. Come di consueto, chi lo desideri potrà accomodarsi ai tavoli e gustare anche le proposte à la carte. Musica dal vivo farà da colonna sonora allo scorrere delle portate e degli interludi specialistici che via via sottolineano, approfondiscono, descrivono, svelano curiosità sul
tema dell'evento. In programma, brani del repertorio francese d'inizio '900 eseguiti da Karsten Braghittoni al flauto traverso e da Alberto Salimbeni al piano che si alterneranno alle osservazioni guidate degli Astrofili, con interventi di letture carpite alla mitologia greca sul tema astrale.

L'evento sarà presentato dalla giornalista Monica Andreucci, che darà la parola agli esperti durante la degustazione delle pietanze. La chef Balducci proporrà: piadina con sardine fritte, radicchio e cipolla; crostatina di lamponi e cioccolato bianco, acqua e calice di vino, mentre ai bimbi è suggerito hot dog con patatine fritte, crostata alla nutella e bottiglietta d'acqua. I vini saranno selezione delle Cantine “La Sabbiona” di Oriolo. Costo della serata, tutto compreso, 15 euro per adulti e 8 euro i giovani commensali. Ad arricchire il contesto, l'opportunità di farsi leggere i tarocchi, le conchiglie ed i cristalli rispettivamente dalle gentili e competenti Franca, Monica e Marika, mentre Carlotta e Rachele allestiranno uno shop di selezionate cose etniche e per la cura del benessere. Si replicherà il 10 agosto con 'il Giardino dei Melograni', una cena squisitamente mediterranea. Ma a quella data sarà già attivo il "green pass" obbligatorio per entrare nei ristoranti e per Natascia ricomincerà la sua "battaglia". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'agriturismo ribelle continua la sua battaglia: "Non chiederò ai clienti il Green pass"

CesenaToday è in caricamento