Cronaca

Istruzione, Sel: "No alla privatizzazione, la scuola è affare del Comune"

"Noi sappiamo bene di come un certo “innamoramento per le esternalizzazioni” abbia coinvolto anche qualche pensatore e politico di centro-sinistra, ma rimaniamo convinti che esistano ambiti in cui non producono alcun beneficio"

"Una legge autoritaria ed ingiusta ha imposto anche al Comune di Cesena di non superare tetti di spesa sul proprio bilancio per il personale - scrive Sel in una nota - . Approfittando di questa situazione, anche nella nostra città il centro-destra ha sostenuto la necessità di cogliere la palla al balzo per proporre la esternalizzazione e la privatizzazione delle scuole materne e dei nidi comunali".

"Noi sappiamo bene di come un certo “innamoramento per le esternalizzazioni” abbia coinvolto anche qualche pensatore e politico di centro-sinistra, ma rimaniamo convinti che esistano ambiti (come quelli della scuola e dell'educazione) in cui non solo le esternalizzazioni, là dove attuate, non producono alcun beneficio economico ma rappresentano anzi un errore gravissimo sul piano della qualità e delle opportunità per i cittadini".

"Il nostro partito ha lavorato insieme alla Giunta per cercare la soluzione possibile che meno andasse a influire sulla qualità del servizi e sulla tutela delle lavoratrici, soprattutto giovani donne insegnanti che da anni vivono la difficile condizione di precarie. La esternalizzazione dei servizi  educativi non è nel programma di mandato della Giunta Lucchi; noi ribadiamo che essa rappresenterebbe un grave impoverimento per tutta la città".

"La soluzione di affidare per un anno la sola gestione economica all’Asp garantisce e ribadisce una volontà politica forte: la scuola e i servizi educativi devono anche nella nostra città continuare ad essere gestiti dal Comune".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Istruzione, Sel: "No alla privatizzazione, la scuola è affare del Comune"
CesenaToday è in caricamento