Gli studenti dell'Iris Versari: "Spazi inadeguati e ai limiti della sicurezza"

Manifesteranno venerdì in piazzale Sanguinetti per chiedere di non essere trattati come studenti di serie B. La posizione è avvallata anche dagli insegnanti

L’istituto Iris Versari è in protesta e gli studenti della succursale di Piazza Sanguinetti organizzeranno una manifestazione. Il motivo, secondo quanto si legge sul Corriere di Romagna, va ricercato “nelle difficoltà logistiche e didattiche riscontrato con la sistemazione delle 12 classi  del triennio servizi sociali  in spazi angusti e inadeguati”. Sono queste le motivazioni principali da cui scaturisce la protesta che, per una volta, non è direttamente collegata con la riforma Gelmini.

Ad approfondirne le motivazioni è uno studente quando dice: “I nuovi ambienti, all'interno dello Scientifico, sono risultati subito inidonei e verosimilmente non rispettosi dei criteri igienico sanitari e della sicurezza”. Il messaggio si chiude con il rifiuto di sentirsi studenti di serie B e con la richiesta di luoghi di apprendimento adeguati come, dicono, è in altre scuole. Dito puntato contro il presidente della Provincia Bulbi che, in passato, aveva promesso un nuovo stabile per l’Iris Versari da realizzarsi in 2/3 anni. Correva l'anno 2007.

Concordi insegnanti e personale Ata. In una nota si legge: "Chiediamo alla Provincia una piú adeguata sistemazione, quanto meno simile a quella degli ultimi 3 anni che, anche se non ottimale, é riuscita a garantire le condizioni per un ambiente di lavoro proficuo e sereno, con aule a norma, servizi funzionanti e i vari laboratori indispensabili in un istituto professionale".

"Contestualmente esprimiamo piena solidarietà alle civili rimostranze di famiglie e studenti, - prosegue la nota degli insegnanti -  i quali ultimi hanno diritto ad ambienti di apprendimento vivibili e sicuramente non peggiori di quelli riservati agli studenti degli altri istituti cittadini". Sull'argomento interviene anche l'Idv per bocca di Cinzia Pagni, la capogruppo. "La scuola-pollaio per fortuna è alle nostre spalle, - ha dichiarato - ma dispiace constatare che nuovi alunni, a distanza di pochi anni, manifestino e lamentino ancora mancanza di spazi decorosi e sicuri".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento