menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consorzio di Bonifica della Romagna, crescono gli investimenti sul territorio

Importanti risultati arrivano inoltre dal settore irrigazione: 8 i progetti realizzati con i fondi europei del Piano di Sviluppo Rurale interessanti un areale complessivo di 4500 ettari,

Crescono gli investimenti sul territorio del Consorzio di Bonifica della Romagna. Il presidente Roberto Brolli ha incontrato nei giorni scorsi a Cesena le oganizzazioni agricole e le centrali cooperative per illustrare quanto fatto dall’attuale amministrazione negli ultimi 5 anni, dopo l’unificazione dei cessati consorzi di bonifica romagnoli della Romagna Centrale, del Savio Rubicone e della Provincia di Rimini. Brolli, affiancato dal direttore generale Bosi, ha sottolineato agli astanti come il principio di efficientamento ed economicità gestionale, ispiratore della legge di riordino dei consorzi di bonifica regionali, sia stato tradotto in pratica dal Consorzio di bonifica della Romagna con evidenti e misurabili miglioramenti organizzativi e di efficientamento gestionale che hanno portato a economie di sistema che si traducono, di conseguenza, in maggiori investimenti sul territorio.

A fronte di un aumento di costo del personale del 3% nel quinquennio, gli investimenti sul territorio in opere, gestione degli impianti, reti e manutenzioni sono cresciuti del 30% passando da 10 milioni di euro a oltre 13 milioni di euro. Anche il Piano degli Investimenti su reti e impianti demaniali ha visto un incremento del 4,5% partendo da 0 nel 2010, passando dai 294mila euro del 2012 al 1.380.000 euro del 2014. Tutto ciò con una pressione tributaria sulla contribuenza che dal 2010 al 2014 ha visto una variazione complessiva del 5%, anche se qs. dato è ostacolato dalle mancate riscossioni causate dalla crisi economica, che hanno raggiunto il 4,5% dei contributi a ruolo. La predisposizione e l’approvazione delle “Linee Guida del Piano Industriale” hanno permesso l’avvio di una riorganizzazione sicuramente non facile, che ha tenuto conto delle peculiarità di un Comprensorio molto articolato e diversificato, e di tre pregresse realtà organizzative/lavorative molto diverse fra loro.

L’Amministrazione guidata da Brolli ha individuato e riorganizzato alcuni settori esistenti (Sistemi informatici; Acquisti, Gare e Appalti), e ne ha creato dei nuovi (Qualità/Sicurezza; Comunicazione), considerati strategici per il futuro del nuovo Consorzio. E’ stato raggiunto anche l’importante traguardo della stesura e approvazione del nuovo  Piano di Classifica, attualmente in fase di pubblicazione, strumento con il quale il Consorzio determina e quantifica i benefici che gli immobili consorziati traggono dall’attività di bonifica (scolo, difesa idraulica, irrigazione, presidio idrogeologico) e sulla base del quale vengono richiesti i relativi contributi. Il Consorzio è stato fortemente impegnato, in questi ultimi 4 anni, anche sul fronte della difesa idraulica del territorio, duramente colpito da eventi meteoclimatici sempre più dirompenti, accantierando lavori di somma urgenza e di sistemazione territoriale anche con propri fondi, come successo quest’anno a seguito dell’alluvione del 7/8 febbraio, quando ha anticipato 800mila euro per i primissimi lavori di ripristino della rete consorziale.

Importanti risultati arrivano inoltre dal settore irrigazione: 8 i progetti realizzati con i fondi europei del Piano di Sviluppo Rurale interessanti un areale complessivo di 4500 ettari, ma non solo. Grazie a finanziamenti del Piano Irriguo Nazionale e a sinergie col Canale Emiliano Romagnolo, nei prossimi anni sarà possibile irrigare anche i territori della provincia di Rimini con acqua di Po. Attualmente, a pochi mesi dalla fine del mandato amministrativo, è stato attuato il 70% del programma di unificazione e di riassetto del sistema di bonifica del territorio romagnolo; spetterà alla nuova amministrazione completare, nel 2016, il percorso intrapreso nel 2009.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento