Cronaca

Ladri bruciano l'alt e scappano: ritrovata l'auto piena di arnesi da scasso

L'autovettura è stata posta sotto sequestro penale. A bordo della stessa sono stati rinvenuti numerosissimi attrezzi atti allo scasso, dunque si ritiene con certezza che stessero per commettere dei furti in abitazione nella zona

Nell’ambito dei controlli rafforzati per prevenire e reprimere i reati contro il patrimonio, i carabinieri della Stazione di Savignano sul Rubicone, al termine degli accertamenti, hanno denunciato alla Procura della Repubblica per i reati di contraffazione delle impronte di una pubblica autenticazione o certificazione, falsita’ materiale commessa dal privato, possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli, guida senza patente ed uso di targa falsa un 42enne, astigiano, già noto agli archivi delle forze dell’ordine.

Nel pomeriggio di alcuni giorni fa, nel comune di Savignano sul Rubicone, nella zona di via Alfieri, a bordo di autovettura non si è fermato all’ alt impostogli da pattuglia, dandosi alla fuga. Dopo un lungo inseguimento, terminato dopo circa mezz’ora a San Mauro Mare, il conducente e due passeggeri rimasti tuttora non ancora identificati, si sono dileguati a piedi facendo perdere le loro tracce.


L’auto abbandonata aveva una targa risultata falsa: infatti, la targa originale dell’auto è risultata essere diversa da quella che era montata. L’autovettura è stata recuperata per successivi accertamenti più approfonditi e successive indagini. Col supporto video di alcune telecamere di videosorveglianza, è stato possibile risalire all’immagine del conducente, che è stato identificato nel proprietario della targa originale del veicolo. L’autovettura è stata posta sotto sequestro penale. A bordo della stessa sono stati rinvenuti numerosissimi attrezzi atti allo scasso, dunque si ritiene con certezza che stessero per commettere dei furti in abitazione nella zona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri bruciano l'alt e scappano: ritrovata l'auto piena di arnesi da scasso

CesenaToday è in caricamento