Inseguimento alla Fast&Furious: ai 180 da Cesena fino a Mirabilandia

Se fosse un film sarebbe Fast and Furious con il via a Diegaro e l'arrivo a Mirabilandia. Nel mezzo ci sono sbarre divelte, strade percorse contromano, tir schivati, gomme esplose e cancelli centrati in pieno

Se fosse un film sarebbe "Fast and Furious",con il via a Diegaro e l'arrivo a Mirabilandia. Nel mezzo sbarre divelte, strade percorse contromano, tir schivati, gomme esplose e cancelli centrati in pieno. Tutto è iniziato lunedì sera in via Canapino, quando dei residenti hanno chiamato i carabinieri perché hanno visto dei movimenti sospetti. Quattro persone si aggiravano con il favore della notte dopo aver parcheggiato l'auto.

All'arrivo della gazzella i quattro sono scappati a folle velocità sull'E45 con i militari dell'Arma alle calcagna. La corsa dell'auto era ad alta velocità: il tachimetro segnava i 180 nonostante il peso di quattro persone e una gomma scoppiata. Ciò nonostante l'Audi ha proseguito la sua folle corsa per decine di chilometri grazie alla sua cilindrata: un 4200. A Casemurate hanno cercato di far perdere le proprie tracce imboccando l'uscita per poi riprendere l'E45 contromano schivando un tir. La vettura ha preso la direzione di Mirabilandia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' entrata nel parcheggio del parco divertimenti frantumando la barriera d'accesso; la strada non presentava vie di fuga così i malviventi hanno divelto una recinzione e sono sbucati dalla vettura dandosi alla macchia nelle campagne. Insieme alla radiomobile dei carabinieri di Cesena si sono aggiunti i carabinieri di Ravenna, Milano Marittima, la Polizia del Commissariato e l'elicottero da Forlì. L'auto, un'Audi rubata a Varese il 24 settembre, aveva al suo interno la refurtiva: 20 euro. E si pensa anche un attrezzo del mestiere: una mazzetta di quella pesanti da muratore. Secondo gli inquirenti i quattro banditi erano a caccia di facili prese da depredare per far razzia in periferia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento