“Inquinamento e cambiamenti climatici", il ciclo di conferenze nel quarantennale dell'Arrt

Nella Sala Eligio Cacciaguerra del Credito Cooperativo Romagnolo la prima del ciclo di conferenze nel quarantennale dell’ARRT

Lunedì sera si è svolta nella Sala Eligio Cacciaguerra del Credito Cooperativo Romagnolo la prima del ciclo di conferenze nel quarantennale dell’ARRT dal titolo “Inquinamento e cambiamenti climatici: effetti sulla salute”.       
                                                                                                                                                        
Dopo l’introduzione di Pier Antonio Marongiu, ha preso la parola il presidente ARRT, Franco Urbini, per illustrare che si è ritenuto di  realizzare un ciclo di conferenze sull’inquinamento e l’ambiente, che molto spesso causano il processo oncologico come conoscenza e prevenzione per le persone.       

 Si sono succeduti, quindi, come relatori della serata il professor Gianni Tamino (docente di Biologia all’università di Padova e componente del comitato scientifico ISDE Italia) e Michele Bruzzi di Fridays For Future Cesena. Il Professor Tamino ha esposto in maniera chiara e precisa "gli impatti di inquinamento e cambiamento climatici originati dall’economia “lineare” che l’uomo ha realizzato a partire dalla rivoluzione industriale e che produce rifiuti e inquinamento.  Si originano così combustione di sostanze di origine fossile o di biomasse: produzioni industriali, centrali elettriche, riscaldamento delle abitazioni, trasporti ecc. che insieme provocano un pesante inquinamento atmosferico e un rilevante effetto serra.  Ne consegue un progressivo aumento delle temperature medie con incremento di eventi meteorologici estremi. E’ necessario ripristinare l’economia “circolare” della natura - oggi calpestata - che sa come autogestirsi".                                                                                                                                                                                                                                                      Michele Bruzzi ha affrontato il problema della crisi climatica e ambientale ripercorrendo "la storia del pensiero ambientalista attraverso le varie fasi del suo sviluppo, con particolare attenzione alla presa di coscienza dell’inequivocabile problema centrale di questo secolo: il surriscaldamento globale. Quali le sfide che l’attuale emergenza climatica pone a livello scientifico, politico-economico e culturale?  Una nuova società industriale, nuova cultura dei consumi, cambiamento culturale.  La relazione ha illustrato alcune delle possibilità a disposizione per affrontare il problema, in particolare l’esigenza che l’informazione sul clima sia adeguatamente divulgata dai mass media e che si predispongano immediatamente, con un coinvolgimento totale, tutti gli interventi per evitare che il cambiamento climatico divenga irreversibile". 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento