Il giudice gli impone di non stare a Cesenatico, "Io resto qui": arrestato

L'uomo non aveva ottemperato al divieto di dimora nel territorio comunale di Cesenatico, disposto dal giudice in seguito all'arresto effettuato dalla Municipale

Si aprono le porte del carcere per un senegalese di 29 anni, arrestato il 5 agosto scorso dalla Polizia Municipale di Cesenatico per detenzione ai fini di spaccio in flagranza. I Carabinieri della località rivierasca hanno eseguito nel tardo pomeriggio di lunedì un'ordine di carcerazione richiesto ed ottenuto dal pubblico ministero Barbara Vacca. L'uomo non aveva ottemperato al divieto di dimora nel territorio comunale di Cesenatico, disposto dal giudice in seguito all'arresto effettuato dalla Municipale.

L'extracomunitario è noto alle forze dell'ordine. Dallo scorso gennaio ha commesso una serie di reati, venendo più volte denunciato: invasione di terreni, ricettazione, uso personale e spaccio di sostanze stupefacenti, indebito utilizzo di carte di credito, ubriachezza, violazione di domicilio e furto in abitazione sono le accuse che ha accumulato in otto mesi. Il 5 agosto è stato arrestato in flagranza per spaccio di droga. L'11 agosto il giudice ha sostituto l'obbligo di firma con il divieto di dimora nel Comune di Cesenatico. Ma la disposizione non è stata rispettata.

Carabinieri e Polizia Municipale hanno accertato come l’uomo fosse totalmente incurante del rispetto del provvedimento. In una delle ultime occasioni, infatti, nella nottata compresa tra sabato 12 e domenica 13 agosto, è stato identificato da una pattuglia della Polizia Municipale mentre consumava alcolici con amici sul molo di Levante, dove aveva poi testualmente riferito di non avere alcuna intenzione di andarsene dalla località rivieresca. Lunedì pomeriggio, dopo ore di ricerche da parte dell'Arma, il 29enne è stato rintracciato e arrestato. Ora è in carcere a Forlì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento