Innovazione in marketing d'impresa, menzione speciale per l'azienda agricola

La finale del concorso regionale che premia gli imprenditori under 35 in agricoltura ha visto tra i protagonisti la giovane Silvia Casali con le sue ‘Adozioni in vigna’

Si è svolta nella serata di mercoledì la finale regionale di Oscar Green 2020, l’annuale premio all’innovazione in agricoltura voluto da Coldiretti Emilia Romagna e riservato agli imprenditori agricoli under 35, che quest’anno si è tenuta in videoconferenza con tutte le province collegate con la sede di Coldiretti regionale, dove erano presenti il Direttore regionale Marco Allaria Olivieri e il Delegato regionale di Coldiretti Giovani Impresa, Andrea Degli Esposti.

Per la categoria ‘Marketing d’impresa’ menzione speciale attribuita all’azienda vitivinicola Tenuta Casali che dal 1978, a Mercato Saraceno, a 160 metri di altezza sul livello del mare, produce vini tipici di qualità, frutto del recupero di vitigni autoctoni e del totale rispetto della terra e dell’ambiente. Con l’ingresso in azienda delle giovani generazioni della famiglia Casali, l’impresa ha innovato profondamente l’approccio rivolto al mercato e al consumatore offrendo risposte importanti in termini di ‘sicurezza’ anche in tempo di Covid. Sono nate, grazie all’impegno e all’intuito di Silvia e dei fratelli Francesco e Daniele, i progetti ‘Adozioni in vigna’ che dal giugno scorso consentono a chiunque lo desideri di adottare un filare e di conoscere da vicino il ciclo di vita dei vigneti aziendali seguendo passo dopo passo come nascono i vini di Tenuta Casali. Per un anno intero, il filare di Famoso o Sangiovese ‘adottato’ porta il nome di chi adotta con tanto di certificato di adozione. Chi sceglie di vivere questa esperienza, oltre a poter seguire passo passo tutte le operazioni in vigna, può godere di alcuni benefici riservati ricevendo un quantitativo di bottiglie del vino proveniente dal ‘suo’ vigneto, fare visite guidate alla vigna e alla cantina con degustazione e usufruire di una speciale scontistica. Altra innovazione introdotta in azienda, che è valsa la menzione speciale all’impresa, è legata a doppio filo ai tempi ‘complessi’ che stiamo vivendo da qualche mese. Con ‘Wine & go’ è infatti possibile fare rifornimento in cantina con modalità ‘drive in’ quindi senza scendere dall’auto, nel pieno rispetto dei protocolli anti-Covid. Silvia ha abbinato questa innovazione all’implementazione di un portale online che consente di ordinare da casa e di ricevere il vino quasi in tempo reale direttamente a domicilio. Nei mesi di lockdown, inoltre, l’azienda ha promosso l’originale format ‘Stappati in casa’ che consentiva al cliente di ricevere una wine box a casa, con tanto di mascherina artistica creata da Judged Atelier inclusa e di partecipare a degustazioni guidate online.

Oggi le aziende agricole condotte da under 35, come quella di Silvia, sono 2348 in regione e rappresentano oltre il 4% della nostra economia agricola. “Nel 2019 attraverso il PSR sono stati disposti aiuti nei confronti di giovani agricoltori per circa 20 milioni di euro – ha commentato il Delegato regionale Degli Esposti – è un settore vivo, che si evolve e si rinnova di continuo. Non è solo il futuro, ma soprattutto il presente”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nonostante l’emergenza sanitaria ci abbia fatto scegliere una versione online della premiazione di quest’anno”, ha continuato Degli Esposti “abbiamo ritenuto fosse comunque importantissimo premiare le storie dei giovani che sono rappresentative di un modello di innovazione sostenibile in agricoltura che affonda le sue radici nella terra e nelle comunità”. “Storie di giovani come quella di Silvia e dei suoi fratelli, veri protagonisti italiani del Green Deal – ha concluso il Delegato provinciale di Giovani Impresa Andrea Alessandri – sono storie che nascono tanto dall’esigenza di rendere reale un sogno individuale d’impresa quanto dalla voglia di dare risposte alle necessità di una collettività, realizzando prodotti originali o arricchendo il territorio di servizi altrimenti impossibili da garantire”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento