Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

"#bastapoco e ci guadagni in salute": il benessere fa tappa in centro

L’evento è organizzato da Regione Emilia Romagna, Ausl Romagna in collaborazione con il Comune di Cesena e rientra tra le iniziative della Wellness Week

"#bastapoco e ci guadagni in salute", la nuova campagna regionale che promuovere l’attività fisica tra i cittadini, fa tappa a Cesena. Mercoledì, dalle ore 10,30 in piazza Paolo Giovanni II, antistante il Duomo di Cesena, operatori del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Ausl e alcuni volontari inviteranno le persone a svolgere piccoli esercizi fisici utilizzando alcuni oggetti di uso comune, per sottolineare che è importante mantenersi in movimento nelle attività quotidiane e che durante la giornata ci sono tante piccole opportunità per farlo: camminare, andare in bicicletta, salire e scendere le scale, evitare di stare sempre seduti davanti al computer. L’evento è organizzato da Regione Emilia Romagna, Ausl Romagna in collaborazione con il Comune di Cesena e rientra tra le iniziative della Wellness Week.

La campagna regionale “#bastapoco e ci guadagni in salute” è rivolta a tutti i cittadini, ma cerca di raggiungere soprattutto le persone meno motivate o chi è più impegnato, tra lavoro, famiglia e ritmi di vita, e trova meno tempo di fare attività fisica: l’invito è di cogliere ogni occasione per essere attivi, nei diversi momenti della giornata. “Perdi l’autobus”, “mettiti scomodo”, “biciclati”, “datti una mossa” sono alcuni messaggi della campagna che propone situazioni di vita quotidiana, a casa, al lavoro, in città. Locandine, cartoline, video, oltre alla pagina Facebook con tutti gli eventi inseriti nella Mappa della salute. In alcune piazze dell’Emilia-Romagna verranno inoltre organizzate azioni a supporto di eventi, con la distribuzione di t-shirt personalizzate e l’allestimento di cartonati per scatti fotografici con i cittadini.

Fare movimento fa bene - L’Organizzazione mondiale della sanità ha definito per ogni fascia di età (adolescenti, adulti, persone dai 65 anni di età) l’attività fisica che dovrebbe essere fatta nel tempo libero per trarre benefici di salute, aumentare il benessere psicologico e prevenire malattie cronico-degenerative. In particolare, le persone adulte dovrebbero svolgere alla settimana tra le 2 ore e mezza e le 5 ore di attività aerobica moderata (per esempio, camminare). 

In Emilia-Romagna 2 persone su 3 non fanno regolare attività fisica - Secondo l’indagine Passi 2012-2015 (acronimo di Progressi delle Aziende sanitarie per la salute in Italia, un sistema di sorveglianza sulle condizioni di salute e gli stili di vita delle persone), in Emilia-Romagna 2 persone su 3 tra i 18 e i 69 anni non svolgono attività fisica regolarmente (63%) e circa un quinto è completamente sedentario (22%). Per questo la Regione si è impegnata a promuoverlo, inserendolo tra gli obiettivi del Piano regionale della prevenzione. Ciò significa che vengono organizzate iniziative e create le condizioni, attraverso le Aziende sanitarie, per favorire l’attività fisica nella popolazione e anche in gruppi specifici: persone con malattie croniche, per esempio il diabete, che soffrono di rischio cardiovascolare o che hanno disabilità fisiche o psichiche.

La campagna regionale è collegata alla Mappa della salute, un sito realizzato dalla Regione che segnala in modo georeferenziato tutti gli eventi organizzati o patrocinati dalle Aziende Usl in collaborazione con le associazioni sportive e dei pazienti, a partire dai Gruppi di cammino che sono oggi una realtà consolidata da Piacenza a Rimini. E c’è anche una pagina Facebook a dare visibilità agli appuntamenti. Le mappe sono consultabili in modo interattivo, basta cliccare su uno dei segnaposto visualizzati e compaiono indirizzi, recapiti telefonici e referenti a cui rivolgersi. La mappa della salute propone anche l’elenco georeferenziato della palestre che promuovo salute, una rete di strutture sportive pubbliche e private certificate dal Servizio sanitario regionale (devono aderire a un codice etico e a determinati requisiti fissati dalla normativa regionale) dove svolgere attività fisica finalizzata alla tutela della salute o prescritta come terapia dai medici del Servizio sanitario a persone con specifici problemi. La mappa della salute nel corso dell’anno si arricchirà di altri contenuti georeferenziati, a partire dai temi della sana alimentazione e del contrasto al tabagismo e all’abuso di alcol.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"#bastapoco e ci guadagni in salute": il benessere fa tappa in centro

CesenaToday è in caricamento