"Ingabbiata" la torre campanaria di San Domenico, al via i lavori di restauro

Dopo una serie di ritardi che hanno fatto slittare l'apertura del cantiere il cui costo si aggira sui 200mila euro

Alla fine è stata totalmente ingabbiata pronta per essere oggetto di restauro e consolidamento. E' la torre campanaria di San Domenico, il campanile che da parecchi anni, per via di alcune crepe molto visibili, ha sollevato preoccupazioni sia nei parrocchiani che, ancor di più, nelle famiglie degli studenti della primaria Saffi ospitati proprio nel chiostro sotto la torre campanaria. La Diocesi di Cesena-Sarsina, dopo numerose sollecitazioni da parte delle famiglie degli studenti, di consiglieri comunali  e di vari cittadini tra cui Graziano Castiglia che hanno  seguito il problema, circa un anno fa ha presentato nei competenti uffici comunali una Scia (Segnalazione certificata di inizio attività) per "Restauro scientifico e consolidamento strutturale della torre". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La pratica, però, durante il suo percorso ha subito qualche ritardo perché l'inizio dei lavori era previsto per la primavera del 2019 con fine a settembre, ottobre, ovvero con l'inizio della scuola mentre i lavori sono iniziati in questi giorni per cui, con molta probabilità, la fine dell'intervento verrà spostata in avanti di qualche mese. L'intervento dovrebbe avere un costo pari ai 200 mila euro, cifra richiesta nella sottoscrizione lanciata lo scorso Natale da San Domenico. Nei volantini consegnati ai parrocchiani durante le festività, infatti, si chiedeva a ognuno di contribuire con una piccola donazione (dai 25 euro in avanti) per rimettere a posto l'antico campanile ultimamente sempre più sofferente. A rispondere in modo generoso e veloce è stato il Rotary Cesena che alcuni mesi fa ha reso pubblico il suo sostegno economico all'intervento. Edificata tra il 1706 e il 1727, la chiesa di San Domenico sorge sui resti di una precedente chiesa quattrocentesca, visibile ancor oggi nei due meravigliosi chiostri interni. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento