Infortuni sul lavoro, circa il 15% delle imprese controllate sono state sanzionate

Imprese artigiane, Confartigianato e Ausl unite per prevenire gli infortuni sul lavoro. Su 1055 imprese controllate nel nostro territorio, quelle sanzionate sono state 161, percentuale in calo rispetto al passato. Il punto su infortuni, controlli e azioni preventive

Imprese artigiane, Confartigianato e Ausl unite per prevenire gli infortuni sul lavoro. Su 1055 imprese controllate nel nostro territorio, quelle sanzionate sono state 161, circa il 15%, percentuale in calo rispetto al passato. Il punto su infortuni, controlli e azioni preventive è stato fatto da Confartigianato cesenate e Ausl, che hanno da tempo sottoscritto una intesa per la prevenzione degli infortuni sul lavoro, in un incontro promosso in collaborazione col Servizio di Prevenzione Sicurezza negli ambienti di lavoro  intitolato “Lavorare in sicurezza: come prevenire infortuni e sanzioni".

"Grazie all’intesa siglata, il Dipartimento di Sanità pubblica dell'Ausl di Cesena si è impegnato a coinvolgere Confartigianato sugli obiettivi di prevenzione su cui intende agire territorialmente - spiega il Gruppo di Presidenza Confartigianato formato da Lorena Fantozzi, Stefano Ruffilli e Marcello Grassi- e a trasmettere report sulle tipologie di criticità aziendali riscontrate e sanzioni elevate nell'attività istituzionale d'accertamento e controllo, mentre Confartigianato a diffondere maggiori informazioni e a sensibilizzare sui temi della prevenzione le imprese associate del territorio. Si  inquadra in questa precisa ottica l'incontro tenutosi presso la sede Confartigianato con il responsabile dello Spsal Asl di Cesena  Franco Cacchi il quale ha illustrato l’attività di vigilanza dell’ente e reso noto il report dell’attività del 2014, focalizzando l’attenzione sulle tipologie di controlli effettuati e sulle principali criticità che peraltro si inseriscono in un contesto di miglioramento del rispetto delle regole e delle norme da parte delle imprese.  Su 1.276 accessi aziendali effettuati, per un totale di 1055 imprese, 161 di queste hanno evidenziato criticità, per le quali sono stati elevati 166 verbali,con 179 violazioni riscontrate.

Il responsabile dell’Area Economica di Confartigianato Eugenio Battistini, e del Servizio Sicurezza  Emanuela Magrini, rimarcano i principali dati infortunistici del territorio emersi dal confronto. "Per quanto riguarda infortuni gravi segnalati, 69 sono stati i casi seguiti dal servizio  e purtroppo si devono segnalare nel 2014, tre infortuni mortali nel comprensorio cesenate, tutti nel settore agricolo. Nel periodo dal 2009 al 2014, gli infortuni mortali sono stati invece 14, di cui 5 in edilizia, 2 in metalmeccanica, e in marmisti-cave e 5 in agricoltura. Per quanto riguarda invece l’indice di frequenza infortunistica del territorio, è in linea con quello regionale (2,2 infortuni ogni 100 addetti), ma è da segnalare che tale indice è nettamente migliorato negli ultimi anni (dal 3,1 del 2009-2010 a quello attuale del 2,2)".

"Prosegue quindi  l'impegno di Confartigianato - rimarca il Gruppo di Presidenza -  per coinvolgere anche altri enti in questa tipologia di relazione innovativa per semplificare il numero e la complessità degli adempimenti a cui sono soggette le piccole imprese, che ha raggiunto livelli parossistici, oltre ogni immaginazione e per impostare un rapporto costruttivo di collaborazione con gli interlocutori istituzionali per mettere le imprese stesse in grado di far fronte nel modo più agevole possibile alle incombenze che in ogni caso debbono essere assolutamente ridotte. Più sicurezza, meno carta: questo è lo slogan di Confartigianato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, per tutte le imprese che necessitano di valutare la propria posizione in merito alle regole esistenti per la tutela della sicurezza nei luoghi di lavoro è a disposizione il preposto Ufficio Sicurezza di Confartigianato che intensificherà la sua azione efficace per la riduzione degli adempimenti e, di riflesso, delle sanzioni, fenomeno già in atto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento