Informazione turistica in centro: Confesercenti sollecita il Comune

Confesercenti sollecita l’avvio del progetto di informazione turistica diffusa nei pubblici esercizi del centro di Cesena, con il conseguente azzeramento della tassa di occupazione del suolo pubblico per bar e ristoranti che aderiranno al progetto.

Una delegazione della Fiepet-Confesercenti Cesenate si è incontrata lunedì pomeriggio con il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi e con gli assessori alle Attività Economiche, Tommaso Dionigi e alla Cultura, Christian Castorri, per sollecitare l’avvio del progetto di informazione turistica diffusa nei pubblici esercizi del centro di Cesena, con il conseguente azzeramento della tassa di occupazione del suolo pubblico per bar e ristoranti che aderiranno al progetto.

"La proposta di questo progetto innovativo - evidenzia l'associazione - era stata avanzata dalla Confesercenti Cesenate e discussa in un incontro sul centro storico di Cesena con la giunta comunale lo scorso febbraio. La Confesercenti Cesenate e il Cescot (il Centro di Formazione dell’Associazione) avevano messo a punto e presentato in aprile al Comune un articolato progetto che lanciava i pubblici esercizi come strumenti di innovazione turistica per una informazione diffusa ai visitatori della città. La proposta era stata recepita e discussa poi in altre sedi, ma l’iter aveva subito evidentemente una battuta d’arresto".

La Fiepet-Confesercenti Cesenate ha ribadito "quanto sia importante andare avanti con il progetto e partire subito, dall’inizio del prossimo anno con le fasi di formazione e individuazione dei soggetti e dell’area interessata". A questo proposito l'associazione "ha chiesto che l’area di interesse, compatibilmente con le ragioni di bilancio, sia allargata il più possibile". "Il sindaco e gli assessori - evideniza Confesercenti - hanno accolto favorevolmente le nuove proposte e si sono detti disponibili, nelle compatibilità della redazione del bilancio, a far partire subito il progetto e cercare di prevedere l’allargamento dell’area interessata anche alle assi viarie principali del centro urbano. Se ne saprà qualcosa di certo dopo l’elaborazione del bilancio previsto nel giro di una settimana".

Ecco cosa prevede il progetto, che, spiega Confesercenti, "parte prima di tutto da azioni di formazione professionale e turistica degli imprenditori". E' previsto, illustra l'associazione di categoria, "un intervento formativo finalizzato alla creazione, all’aggiornamento e all’adeguamento delle competenze in materia turistica dei titolari dei pubblici esercizi del centro storico e dei loro dipendenti. I pubblici esercizi diventeranno così, a tutti gli effetti, luoghi di informazione turistica “diffusa” del centro di Cesena".

"Con questo Patto formativo si darà attenzione all’atteggiamento nell’accoglienza turistica, ai rapporti con l’ufficio Iat per valorizzare i punti di forza della proposta turistica cesenate e conoscere e promuovere gli eventi proposti nel cesenate - evidenzia Confesercenti -. Durante gli incontri di formazione gli imprenditori che aderiranno arriveranno a conoscere approfonditamente Cesena, con le informazioni turistiche di base, ma anche le cifre delle presenze turistiche, la provenienza dei turisti, le possibilità di pernottamento, con un approfondimento sui servizi della città (parcheggi, autobus e altro) e sulle botteghe storiche. Particolare attenzione anche sui luoghi della città turistica come la Biblioteca Malatestiana, la Rocca Malatestiana, la Basilica del Monte e le altre bellezze di Cesena. Al termine del percorso formativo, quindi, i partecipanti saranno in grado di accogliere al meglio il turista, offrire informazioni turistiche di base, esporre i servizi della città e promuovere gli eventi. Ai ristoranti e ai bar che aderiranno al progetto verrà azzerata la tassa di occupazione del suolo pubblico".

“Da sempre diamo informazioni ai tanti turisti che visitano la città – commenta Daniela Battistini, della Fiepet-Confesercenti Cesenate –, ma con questo progetto del tutto originale e innovativo, puntiamo a fare dei nostri locali dei veri e propri luoghi di informazione turistica diffusa. Cosa importantissima di questo patto sarà che ai partecipanti del progetto formativo sarà azzerata la tassa di occupazione del suolo pubblico. Le lezioni teoriche si svolgeranno in aule attrezzate e in parte saranno svolte direttamente nei luoghi turistici della città. Ad ogni partecipante sarà rilasciato un attestato di partecipazione, una vetrofania da esporre visibilmente nel proprio locale; la vetrofania farà comprendere al turista la possibilità di accedere per chiedere informazioni. I partecipanti si impegneranno a mettere in mostra nel proprio locale i materiali promozionali dell’Ufficio Turistico di Cesena e dei servizi della città. Potranno essere svolte verifiche per controllare l’effettiva esposizione dei materiali di promozione turistica, l’atteggiamento di fronte alle richieste di informazione e la capacità di rispondere alle domande".

“Nella richiesta che abbiamo formulato al Comune – aggiunge Luciano Pistocchi, del  consiglio direttivo della Confesercenti di Cesena -, i corsi dovrebbero partire il prima possibile per poter essere operativi già dall’inizio del prossimo anno. Ringraziamo il sindaco e i suoi assessori per la disponibilità dimostrata e contiamo che tutto ora proceda celermente. In questo modo riteniamo che ci possa essere l’opportunità di invogliare i pubblici esercizi a collocare tavoli all’aperto e rendere ancor più accogliente la città che ha nei pubblici esercizi l’ossatura della ospitalità turistica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento