rotate-mobile
Cronaca San Mauro Pascoli

Giovane finì in coma, svolta nelle indagini: risolto il "giallo del lago Pascoli"

Secondo quanto emerso, quel pomeriggio due ragazzi erano entrati nell'area privata a bordo di un'Alfa Romeo 147

Svolta nelle indagini sul "giallo del lago Pascoli" dove, lo scorso 28 aprile, il gestore 30enne era stato ritrovato sulle sponde dello specchio d'acqua in condizioni disperate. Il ragazzo, finito in coma per alcuni giorni, aveva poi perso la memoria e non era stato in grado di raccontare agli inquirenti della squadra Mobile di Rimini che indagavano su quanto accaduto cosa era successo. Secondo quanto emerso, quel pomeriggio due ragazzi erano entrati nell'area privata a bordo di un'Alfa Romeo 147 ma, quando il 30enne li aveva scoperti, non avevano aggredito il giovane come sembrava in un primo momento. Le indagini, infatti, hanno accertato che si è trattato di un investimento accidentale e non di un tentato omicidio. A rischiare il processo sono un 24enne riminese, quello che si trovava materialmente alla guida dell'auto, accusato di lesioni gravi mentre il passeggero, un bosniaco 27enne, deve rispondere anche di omissione di soccorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane finì in coma, svolta nelle indagini: risolto il "giallo del lago Pascoli"

CesenaToday è in caricamento