Bagno di Romagna, turismo tra le priorità: "Vogliamo costruire una cabina di regia"

"E’ un percorso questo che parte ormai da lontano - illustrano Baccini e Rossi -, che ha visto una prima fase di formazione nel 2016"

Si continua a parlare di turismo a Bagno di Romagna. Sono recenti e numerosi gli appuntamenti organizzati nel Comune termale sul tema, come quello di Confcommercio a Bagno di Romagna alla presenza del nuovo presidente di Apt Servizi Davide Cassani, quello di Confesercenti durante il quale è stato presentato un quadro delle aspettative e prospettive sul turismo di quest’anno o quello organizzato dall’amministrazione comunale alla presenza dell’assessore regionale Corsini. Ora il sindaco Marco Baccini ed il vicesindaco Alessia Rossi hanno invitato associazioni di categoria, associazioni di promozione turistica, consorzi (vecchi e nuovi) e pro loco a sedersi nuovamente attorno allo stesso tavolo.

“L’intento di questo ulteriore incontro - spiegano i due amministratori - è quello di gettare le basi per la costituzione reale di una cabina di regia che coinvolga in un unico ente le realtà turistiche del nostro territorio. Si è molto parlato della necessità di muoversi insieme in ambito turistico, non solo a livello comunale ma soprattutto oltrepassando i confini amministrativi del nostro comune. Per questo il primo passo che riteniamo necessario comprende la riorganizzazione della promozione turistica del nostro territorio ad oggi frammentata ed affidata a numerosi soggetti che se, singolarmente incontrano non poche difficoltà, riuniti insieme in una nuova forma di aggregazione potrebbero invece trovare  un rinnovato impulso e soprattutto nuove opportunità". 

"E’ un percorso questo che parte ormai da lontano - illustrano -, che ha visto una prima fase di formazione nel 2016 attraverso una serie di incontri di confronto con esperti e esponenti del mondo turistico di altre realtà italiane, seguiti da una fase di ascolto in cui come amministratori ci siamo sempre posti da stimolo per nuove iniziative organizzando momenti di confronto su eventi, opportunità, chiamando a raccolta operatori ed associazioni per riflettere e lavorare insieme, per riqualificare le iniziative esistenti e creare nuove occasioni di sviluppo e nuove collaborazioni. Una fase di ascolto che si è conclusa quest’anno all’interno del progetto “Quale Futuro per la Montagna” da cui sono emerse alcune direttrici di sviluppo".

"È proprio per questo che abbiamo deciso di convocare tutti attorno allo stesso tavolo ancora una volta, per continuare e concretizzare i risultati di questo percorso - aggiungono Baccini e Rossi -. È sicuramente questo il momento opportuno e favorevole per muoversi in questa direzione, non solo poichè la recente esperienza del Giro d’Italia ci è servita come prova tangibile della reale forza del lavoro di squadra, ma il momento è propizio anche in vista dell’incarico di consulenza che ci apprestiamo ad affidare, che ci permetterà di ottenere un’analisi specifica del contesto turistico in cui ci troviamo ad operare, offerto da esperti del mestiere sulla base di peculiarità e carenze del nostro territorio".

"In tal modo sarà possibile delineare, sempre coadiuvati da questi esperti, quelle che saranno le azioni necessarie da mettere in campo da qui ai prossimi anni, tra pubblico e privato, per fare un ulteriore salto di qualità e strutturare in maniera organica l’azione turistica di questo territorio - concludono -. Ovviamente sarà necessario dotare questo documento programmatico e strategico di un braccio operativo che nel nostro caso potrebbe proprio essere rappresentato da questa cabina di regia che vogliamo far emergere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento