menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Bagno di Romagna penultimo appuntamento del ciclo d'incontri "Quale futuro per il nostro territorio"

Alle 14,45, nella Sala Conferenze di Palazzo del Capitano a Bagno di Romagna, sarà ospite Virna Pierobon, esperta di comunicazione turistica e marketing a supporto dei prodotti, specie nel turismo, sport e outdoor e non solo

Penultimo appuntamento giovedì pomeriggio del ciclo "quale futuro per il nostro territorio". Alle 14,45, nella Sala Conferenze di Palazzo del Capitano a Bagno di Romagna, sarà ospite Virna Pierobon, esperta di comunicazione turistica e marketing a supporto dei prodotti, specie nel turismo, sport e outdoor e non solo. Lei stessa si definisce “amante di ogni forma di comunicazione moderna, efficace, on e off-line, al servizio di chi deve comunicare un prodotto, un’azienda, un evento, un libro, dei pensieri, degli obiettivi precisi da raggiungere". Con i suoi progetti di comunicazione “sartoriale” l’incontro sarà l’occasione per approfondire meccanismi di comunicazione efficace, ottenendo consigli, suggerimenti e scambiandosi idee su come reinventare la comunicazione del territorio.

Lo scorso appuntamento ha visto protagonista Claudio Fantini, patron di Sportur, ideatore di un nuovo concept, di un modo nuovo di fare ospitalità. Sportur è infatti da anni ‘pioniere’ e anticipatore di tendenze nel turismo sportivo ed ha creato un nuovo modo di fare vacanza, pensando ad una proposta specifica per tutti gli amanti dello sport e del benessere, un’eccellenza della Riviera Romagnola. Fantini ha infatti raccontato la propria storia agli operatori presenti all’incontro, portando la propria esperienza imprenditoriale di chi ha inventato e reinventato anno dopo anno la sua compagnia, estendendone finalità e confini.

Ottimi spunti di collaborazione sono emersi durante l’incontro, sulla scia di riflessioni già stimolate dalla nuova legge sul turismo, appena approvata dall’Assemblea regionale, con la quale la Regione sta incentivando i territori a conoscersi e ad integrarsi. "Il futuro del nostro Appennino sarà sempre più  quello di avvicinarsi al mare - afferma il vicesindaco Alessia Rossi - ovviamente senza per questo perdere le nostre peculiarità ed i nostri tratti distintivi, ma il processo è ormai inevitabile. La nuova legge che definirà un rinnovato assetto del sistema turistico regionale parla di "territorio", di "destinazioni" e destinazione Romagna sarà il nuovo “contenitore” in cui saremo inseriti. È perciò necessario farsi trovare pronti e maggiormente strutturati, soprattutto se si tratta di avvicinarsi ad un distretto costa che già oggi viene paragonato ad una vera e propria industria, grazie al sistema che è riuscito ad organizzare. In ogni caso il nostro territorio si sta preparando a questo passaggio e noi con esso. La prima fase del percorso che abbiamo avviato sta volgendo al termine: coesione ed organizzazione saranno sempre più determinanti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento