Muore nell'auto accartocciata a 22 anni al termine di una serata con gli amici

Uno schianto pauroso: l'auto, una Volkswagen Lupo, è rimbalzata da una parte all'altra della strada diverse volte, fino a terminare la sua corsa completamente distrutta in un fosso

Foto di repertorio

Uno schianto pauroso: l'auto, una Volkswagen Lupo, è rimbalzata da una parte all'altra della strada diverse volte, fino a terminare la sua corsa completamente distrutta in un fosso di scolo a destra. Ci sono volute ore per liberare dalle lamiere il corpo già senza vita del conducente, un albanese di 22 anni, Mimo Mikolla, domiciliato presso la zia a Forlimpopoli. E' il triste epilogo di una serata di divertimenti per un gruppo di giovani stranieri, tutti tra i 22 e i 24 anni: due albanesi, una marocchina e una giovane nata in Italia da genitori stranieri. 

Il drammatico incidente si è consumato nella notte tra martedì e mercoledì sulla via Emilia tra Capocolle e Diegaro, nella curva che fa il giro intorno al “Monticino” che segna il confine tra il comune di Bertinoro e quello di Cesena. Il 22enne avrebbe fatto tutto da solo, sbandando in curva mentre procedeva in direzione Cesena, fino ad allargarsi e collidere contro il muro di contenimento a sinistra, contro il quale avrebbe rimbalzato per poi essere nuovamente proiettato nella corsia di destra e qui nel fosso laterale per lo scolo delle acque piovane. Non risultano testimoni del sinistro, a prestare il primo soccorso e avvisare il 118 è stato un camionista che è passato sulla via Emilia poco tempo dopo. Sul posto si sono concentrate le ambulanze del 118 e le squadre dei vigili del fuoco.  Per due di loro, il trasporto all'ospedale col codice di massima gravità, mentre una 22enne col codice di media gravità. Nel corso della mattinata di mercoledì hanno ripreso tutti conoscenza e non versano in pericolo di vita. Non c'è stato, invece, niente da fare per il 22enne che guidava la macchina, che nei plurimi urti si è accartocciata paurosamente. 

Grazie alle testimonianze delle vittime, i carabinieri di Bertinoro, intervenuti sul posto per i rilievi (l'incidente è avvenuto per pochi metri nel territorio del comune di Cesena) avrebbero ricostruito le ultime ore della compagnia di giovani: una serata tra amici partita da Forlimpopoli, con una puntata a Cervia, quindi Forlì, il ritorno a Forlimpopoli, con alcune soste in bar e locali, ed infine l'ultimo fatale viaggio verso il McDonald's di Torre del Moro, dove però non sono mai giunti. Sono in corso gli esami per il controllo sull'alcolemia e l'eventuale guida sotto gli effetti di stupefacenti. Il giovane deceduto, incensurato, era formalmente residente in Albania, ma molto spesso veniva in Italia per stare con la zia a Forlimpopoli e quindi conosceva bene la Romagna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Medicina, moda e ricerca: le tre eccellenze cesenati per il premio Malatesta Novello

Torna su
CesenaToday è in caricamento