Schianto in A14: muore un cesenate di 47 anni, autista di un camioncino

Lo schianto non gli ha lasciato scampo: è morto sul colpo nell'incidente con un mezzo pesante. Un cesenate di 47 anni è deceduto martedì mattina sull'A14, nel tratto tra Imola e Castel San Pietro, in direzione Bologna

Lo schianto non gli ha lasciato scampo: è morto sul colpo nell'incidente con un mezzo pesante. Un cesenate di 47 anni. Gabriele Riceputi, è deceduto martedì mattina sull'A14, nel tratto tra Imola e Castel San Pietro, in direzione Bologna. L'uomo è un operatore di vendita della Bofrost, azienda specializzata nella commercializzazione di surgelati a domicilio. Per molti di questi lavoratori guidare un automezzo per ore è lavoro quotidiano, con tutti i rischi che comporta stare sempre in strada.

L'incidente è avvenuto intorno alle 9.10 di mattina, al km 45 nord. L'esatta dinamica dello scontro tra i due automezzi pesanti è al vaglio della Polizia Stradale, intervenuta assieme ai soccorritori del 118 e ai vigili del fuoco. E' rimasto ferito il conducente dell'altro mezzo. In autostrada, per i rilievi e la rimozione dei mezzi, si sono formate code fino a sei chilometri che si sono riassorbite solo in tarda mattinata.

L'operatore della Bofrost cesenate era in servizio presso la filiale di Forlì, che conta una trentina di lavoratori, che tutti i giorni si muovono lungo tutte le strade romagnole da Bologna a San Marino. La tragica notizia, giunta durante un incontro nazionale tra azienda Bofrost e Organizzazioni Sindacali, ha sconvolto tutti i presenti che hanno sospeso i lavori in un minuto di silenzio e raccoglimento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I sindacati ricordano che si tratta di un incidente sul lavoro a tutti gli effetti. Dice una nota di cordoglio: “Le Organizzazioni Sindacali FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL e UILTUCS UIL del territorio di Forlì nell'unirsi al dolore dei colleghi del lavoratore deceduto e nell'esprimere vicinanza alla famiglia appena colpita dal tragico lutto, attendono da parte dell’autorità giudiziaria le verifiche sulla dinamica dell'incidente così da determinarne le responsabilità e le cause. Le organizzazioni sindacali ritengono infatti fondamentale che a tutti i lavoratori e quindi anche agli Operatori di vendita sia sempre garantita la massima sicurezza nello svolgimento delle proprie mansioni, sicurezza che in questo settore passa non solo dalla puntuale manutenzione dei mezzi ma anche dalla serenità con cui viene svolta la presentazione lavorativa nonché dal rispetto dei tempi di riposo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento