Incidenti stradali Savignano sul Rubicone

Schianto mortale, turista tedesco incriminato per omicidio colposo. Nuovo appello ai testimoni

Nell'immediatezza dell'incidente, infatti, risultano esserci dei testimoni che si sono fermati e hanno reso una loro testimonianza al personale di soccorso giunto sul posto

E' accusato di omicidio colposo il giovane tedesco di 21 anni che, a  seguiti dei rilievi operati dalla Polizia Locale dell'Unione dei Comuni del Rubicone, è stato individuato come il conducente dell'auto che ha provocato la morte di Giorgio Salomoni, 57 anni di San Mauro Pascoli, i cui funerali si terranno giovedì alle 15.30 nella collegiata di Santa Lucia di Savignano. La segnalazione è già partita per la Procura e il giovane ha incaricato un avvocato tedesco per la difesa, che a sua volta che indicato un suo domiciliatario italiano in zona. Il 21enne, turista, non è stato trovato in condizioni alterate da alcol e droga e le violazioni al codice della strada che gli sono state contestate, e che avrebbero portato all'incidente, non sono contemplate tra quelle aggravate dell' "omicidio stradale".

E' una strage che non sembra avere fine quella sulle strade della Romagna e del cesenate in particolare. L'ultima tragedia in ordine cronologico è avvenuta sabato sera sulla strada provinciale 10 "Cagnona", nel territorio di Savignano, dove a perdere la vita è stato il 57enne Giorgio Salomoni che risiedeva poco distante, a San Mauro Pascoli.

A quanto sembra intorno alle 20.30 l'auto di Salomoni, una Nissan Micra, stava percorrendo la Cagnona in direzione di San Mauro Pascoli quando ha iniziato, almeno secondo una prima ricostruzione dei fatti, una svolta a sinistra. Dall'altra parte è però piombata sulla piccola utilitaria una Opel Astra con a bordo due giovani tedeschi, a quanto sembra in sorpasso. L'impatto è stato fatale per il 57enne, morto durante il trasporto verso l'ospedale. Ferita la moglie, mentre lievi lesioni per i due ragazzi di 21 anni a bordo della Opel. 

Pauroso tamponamento sempre sabato sera sull'Adriatica: 5 feriti - LE IMMAGINI

Per i rilievi di rito e la gestione del traffico è intervenuta la Polizia Locale: i sanitari del 118 sono invece intervenuti con diverse ambulanze e l'auto con il medico a bordo. Presenti anche i Vigili del Fuoco per aiutare i sanitari ad estrarre i feriti dalle lamiere e successivamente per la messa in sicurezza dei veicoli. La Polizia Locale rilancia l'appello ai presenti sul posto a farsi vivi per dare la loro testimonianza. Nell'immediatezza dell'incidente, infatti, risultano esserci dei testimoni che si sono fermati e hanno reso una loro testimonanza al personale di soccorso giunto sul posto, sia infermieri del 118, sia vigili del fuoco, ma non hanno attesa l'arrivo della pattuglia per il verbale. Non è una mancanza ai doveri e possono recarsi in qualsiasi ufficio delle forze dell'ordine in Italia per essere presi a verbale. Queste testimonianze possono rivelarsi preziose per una compiuta ricostruzione dell'incidente. Per questo la Polizia Locale rinnova l'invito a farsi avanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto mortale, turista tedesco incriminato per omicidio colposo. Nuovo appello ai testimoni

CesenaToday è in caricamento