Venice Beach, auto piomba sulla folla e uccide 32enne: ferito il marito cesenate

Un'auto è uscita di strada ed ha travolto ed ucciso Alice Gruppioni, 32 anni di Pianoro (Bologna) che si trovava in viaggio di nozze negli Stati Uniti con il marito cesenate Christian Casadei

Dramma a Venice Beach, una delle spiagge più rinomate di Los Angeles, in California. Un'auto è uscita di strada ed ha travolto ed ucciso Alice Gruppioni, 32 anni di Pianoro (Bologna) che si trovava in viaggio di nozze negli Stati Uniti con il marito cesenate  Christian Casadei, con il quale si era sposata il 20 luglio scorso. L'auto senza controllo è piombata sulla folla ignara di quanto stesse per accadere ed ha causato la morte di Alice e il ferimento di 11 persone tra le quali proprio il marito Chrstian, di origine cesenate. Secondo la Nbc una persona è stata arrestata e l'auto, una Dodge Avenger azzurra, è stata sequestrata.

"UNA RAGAZZA PIENA DI VITALITA'" - "Una ragazza piena di vitalità, una famiglia storica di Pianoro, sempre vicina al territorio''. Così il sindaco di Pianoro Gabriele Minghetti ricorda Alice Gruppioni. Il Comune di Pianoro è in contatto con la famiglia. Il padre Valerio (titolare della Sira, importante azienda di radiatori) è già in viaggio verso Los Angeles. ''Si tratta di una tragedia enorme - ha detto il sindaco - che sconvolge la nostra comunità''.

CHRISTIAN FERITO, MA NON E' GRAVE - Christian Casadei è ricoverato in ospedale, ma le sue condizioni non sono gravi. Casadei è fra le undici persone rimaste ferite nell'incidente.

PARLA CHRISTIAN CASADEI - "Una tragedia, non c'è niente da aggiungere: stavamo camminando passeggiando, eravamo felici, in luna di miele, e all'improvviso è cambiato tutto. Non ci posso ancora credere e non ricordo nemmeno esattamente la dinamica, è tutto molto confuso". Le parole di Casadei, che si trova a Los Angeles, sono state riferite all'Ansa dal console , Giuseppe Perrone, che parla di "Un fatto terribile. Sei nel momento più bello della vita e ti accade un fatto così drammatico. Lui e' distrutto, e incredulo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL PRECEDENTE - La scomparsa di Alice Gruppioni - bolognese travolta a Venice Beach a Los Angeles da un'auto uscita di strada - fa tornare alla memoria un'altra giornata tragica, per Bologna che perse, negli Stati Uniti cinque persone, morte in un incidente aereo sul fiume Hudson a New York l'8 di agosto del 2009 Nello scontro tra un elicottero della compagnia 'Liberty Tours' e un piper, sui cieli della Grande Mela, morirono Michele Norelli di 52 anni e il figlio Filippo che ne avrebbe compiuto 17 oltre a Fabio Gallazzi, 49 anni, la moglie Tiziana Pedrone, 45 e il figlio sedicenne Giacomo. I Norelli di Trebbo di Reno, frazione di Castel Maggiore; i Gallazzi a San Lazzaro di Savena, nell'hinterland est di Bologna. L'elicottero turistico della compagnia 'Liberty Tours', sul quale stavano volando per vedere dall'alto la Statua della Liberta' e i grattacieli di Manhattan, e' precipitato nel fiume Hudson, dopo essersi scontrato con un piccolo aereo privato, un con tre persone a bordo, tra cui un bambino, in volo lungo la costa del New Jersey. Nonostante gli sforzi immediati delle squadre di soccorso, non ci furono sopravvissuti. I morti furono in tutto nove, sei a bordo dell'elicottero, i cinque turisti italiani piu' il pilota, e i tre sul Piper. I due uomini del gruppo dei cinque bolognesi deceduti in elicottero a New York erano entrambi imprenditori. Fabio Galassi aveva una ditta di rappresentanza di prodotti per aziende metalmeccaniche, Michele Norelli era titolare della 'Quadreria' di via Zanardi, un negozio che produce cornici e vende prodotti per l'arredamento. Insieme alla sorella Amalia, che gestisce la 'Quadreria' di via Mazzini, era contitolare di un negozio dallo stesso nome nel Centro Borgo, un grande centro commerciale di via Lame a Bologna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento