Incidenti stradali in calo a Cesena: per morti e feriti il dato più basso dal 2001

Il dato più confortante è che a scendere sono soprattutto gli incidenti più gravi: quelli con feriti sono stati 416, con un -10,4% rispetto ai 464 del 2012, mentre i mortali sono stati 6

Incidenti in calo sulle strade di Cesena. Nel 2013 sono stati 847 i sinistri rilevati, con una diminuzione del 9% rispetto ai 930 verificatisi nell’anno precedente. Ma il dato più confortante è che a scendere sono soprattutto gli incidenti più gravi: quelli con feriti sono stati 416, con un -10,4% rispetto ai 464 del 2012, mentre i mortali sono stati 6 (-25% rispetto agli 8 del 2012); gli incidenti senza conseguenze per le persone sono stati, invece, 425 (-7,3% rispetto ai 458 del 2012). Non solo: nel 2013 il numero di incidenti più gravi, con feriti o morti, è il più basso in assoluto registrato dal 2001.

E’ quanto emerge dal dossier messo a punto dal Servizio Statistica e dal Servizio Mobilità del Comune, che aggiorna l’indagine sulla serie storica degli incidenti nel nostro territorio. “Si tratta di un vero e proprio censimento – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Mobilità Maura Miserocchi -, reso possibile anche grazie alla collaborazione con le Forze dell’Ordine, che mette a fuoco la situazione anno per anno, in modo estremamente puntuale. In particolare, a rendere pressoché unica questa indagine sono, da un lato, la georeferenziazione puntuale (cioè la localizzazione dell'incidente in una mappa) e lo studio mirato sul territorio, e dall’altro il fatto che si tiene conto anche degli incidenti con solo danni a cose per una più corretta conoscenza dell'incidentalità (infatti, quasi sempre le statistiche disponibili si riferiscono a incidenti con danni a persone). Ed è evidente che, al di là dell’interesse statistico, questa analisi ci permette di monitorare l’andamento della circolazione cesenate e, soprattutto, di individuare i punti dove occorre intervenire per migliorare la sicurezza. Come spieghiamo sempre ai cittadini di frequente ci chiedono con che criteri decidiamo dove e come intervenire, a guidarci ci sono, da un lato, le indicazioni dei Quartieri che, essendo a diretto contatto con le varie zone del territorio comunale, hanno un quadro diretto delle varie esigenze, e dall’altro, proprio questi dati, che ci elementi preziosi per programmare gli interventi di sicurezza stradale”.

Il report statistico offre una fotografia molto dettagliata, analizzando un’ampia serie di dati. Fra gli aspetti che emergono, una progressiva diminuzione anche delle persone coinvolte, ma soprattutto la diminuzione delle persone che hanno riportato danni. Nel 2001 – primo anno di riferimento dell’indagine – su 2869 persone coinvolte, si contavano 1039 feriti, che rappresentavano il 36,21%, ed i morti erano stati 10, mentre le persone rimaste illese erano 1820, pari al 63,44%. Nel 2013, su 2029 coinvolti in incidenti, i feriti sono stati 549, pari al 27%, ed i morti sono stati 6, mentre le persone rimaste illese 1474, pari al 72,65%.

Nel 2013 gli incidenti senza danni a persone sono stati il 50% di tutti gli incidenti rilevati; si tratta di un dato particolarmente significativo, perché per la prima volta dal 2001 la percentuale supera – seppur di un solo punto – quella degli incidenti con feriti. Per dare un’idea: nel 2001 gli incidenti senza feriti erano appena il 34% del totale, e ancora nel 2011 rappresentavano solo il 42%. Questo dato pare confermare che non solo gli incidenti stradali a Cesena sono diminuiti, ma anche che hanno conseguenze meno gravi che in passato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda gli incidenti con danni alle persone, nel 2013, la maggior parte dei feriti (267, pari al 48,7%) viaggiava in automobile, mentre il 25,4% (pari a 139 persone) è costituito da motociclisti; i ciclisti feriti sono stati  75, mentre i pedoni feriti sono stati 42. Da rilevare che dal 2001 a oggi il numero di feriti è considerevolmente diminuito per diverse tipologie di veicolo (-30% per le auto, -15% per gli autocarri, -38% per i motocicli), mentre sono in crescita fra ciclisti (+20%, passando da 61 a 75 unità) e pedoni (+35%, passando da 31 a 42 unità). Per quanto riguarda gli incidenti mortali, delle 6 persone rimaste vittime nel corso del 2013, 4 viaggiavano in auto, una in bicicletta, mentre in un caso si è trattato di un pedone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento