rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

"Profondamente affranti", il Pascal piange Sebastiano: giovane vittima della strada

Lo studente 15enne è l'ultima vittima di una scia di sangue che parla di otto morti sulle strade negli ultimi 20 giorni

"Tutto l'Istituto Pascal Comandini profondamente affranto per la perdita del caro Sebastiano si stringe alla famiglia in questo doloroso momento di lutto". Compare in mattinata il post di cordoglio sulla pagina Facebook della scuola che Sebastiano frequentava. Una tragedia improvvisa che ha sconvolto Saiano, la frazione dove il 15enne viveva, ma anche Sant'Egidio, sfortunata cornice del dramma.

L'ennesima sciagura sulle strade del cesenate, in in'estate che sembra maledetta. A perdere la vita un ragazzo di soli 15 anni. Sebastiano Suzzi, frequentava la 1^C  dell'istituto Pascal Comandini e coltivava la sua passione per le moto. E' l'ultima vittima di una scia di sangue che parla di otto morti negli ultimi 20 giorni.

Scia di morte sulle strade del Cesenate: 8 in neanche un mese

La dinamica

In pochi secondi un pomeriggio come tanti altri si è trasformato in tragedia nel cuore del quartiere Sant'Egidio. Erano quasi le 17:30 di giovedì, in via Cervese all'altezza del civico 1179, a pochi passi un negozio di arrotino. Sebastiano, dopo un pomeriggio al Mc Donald's, era in compagnia di due suoi amici, in una sorta di carovana tra scooter, che viaggiava in direzione Cesena, per andare a trovare un altro compagno. Il 15enne era a bordo del suo Km enduro. La dinamica dell'incidente è al vaglio della polizia municipale, è probabile che il giovane si sia toccato con uno degli amici che viaggiavano insieme a lui. In pochi attimi la tragedia, con l'impatto fatale contro un palo, proprio all'altezza delle strisce pedonali. L'altro giovane è rimasto solo lievemente ferito, Sebastiano indossava regolarmente il casco.

Dramma sulla Cervese, 1 agosto 2019

A quel punto sono iniziati interminabili e drammatici minuti con i sanitari del 118, intervenuti con due ambulanze, che hanno tentato, inutilmente, di rianimare il ragazzo. Il cadavere di Sebastiano è stato coperto con un telo bianco. In molti tra negozianti della zona e residenti si sono fermati sul luogo della tragedia, alcune persone si sono affacciate alle finestre, i volti impietriti, è bastato poco tempo per capire la gravità di quanto accaduto. "Aveva solo 15 anni", quando è stata scoperta l'età della vittima, qualcuno non ha trattenuto la commozione. La polizia municipale, sul posto con cinque pattuglie, ha delimitato con due nastri il luogo della tragedia, impedendo il passaggio dei veicoli, deviati su via Montefiore. Il tratto di strada  è rimasto chiuso per oltre due ore, sul posto il compito difficile per un amico di Sebastiano, che ha provato con gli agenti della municipale a ricostruire quei drammatici momenti, prima dell'arrivo di suo padre.

Il precedente lutto

Una famiglia già colpita nell'ottobre del 2017 da un altro gravissimo lutto, la morte di Enea Suzzi, padre del 15enne. Molto conosciuto perchè gestiva il Molino Suzzi di via Comunale Sorrivoli. Un mese prima aveva riportato un trauma cranico in un incidente durante la sua attività lavorativa. Dopo un periodo di ricovero all'ospedale di Cesenatico, venne trasferito al Bufalini per alcuni accertamenti. Qui fu vittima di una sfortunata caduta, venne ricoverato in rianimazione e morì dopo quattro giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Profondamente affranti", il Pascal piange Sebastiano: giovane vittima della strada

CesenaToday è in caricamento