Camion ribaltato in E45, carico depredato: attenzione al consumo di quel mais

Nell'incidente il camionista è rimasto gravemente ferito e tutto il carico, mangime animale a base di mais, si è riversato sulla carreggiata e nella scarpata laterale. Tonnellate di prodotto che ha creato ulteriore intralcio, rendendo necessaria l'operazione di pulizia

Foto da Facebook

Resta in gravissime condizioni Gianfranco Vataro, il camionista di Foligno (Perugia) vittima di un grave incidente che nella mattinata di mercoledì ha mandato in tilt la circolazione sull'E45 all'altezza di San Carlo, con deviazione del traffico fino alla serata sulla viabilità locale e in particolare dentro l'abitato di San Carlo. In uno scambio di corsia, dovuto ad uno dei continui cantieri lungo la superstrada, il camion ha prima centrato la cuspide del new jersey usato per segnalare la deviazione e quindi si è ribaltato sulla corsia opposta.

CARICO DEPREDATO. Nell'incidente il camionista è rimasto gravemente ferito e tutto il carico, mangime animale a base di mais, si è riversato sulla carreggiata e nella scarpata laterale. Tonnellate di prodotto che ha creato ulteriore intralcio, rendendo necessaria l'operazione di pulizia della sede stradale. Il carico che invece si è riversato nella scarpata laterale e nelle stradine sterrate a margine dell'E45 è stato invece oggetto di sciacallaggio. Alcune cittadini, infatti, con camioncini e altri mezzi hanno caricato il mangime e se lo sono portati via, senza tuttavia dare alcun intralcio alle operazioni di soccorso, né mettendo in pericolo la loro vita o quella di altri.

E' bene ricordare che si tratta a tutti gli effetti di un furto, e che la polizia procederà alle indagini in caso di denuncia da parte del legittimo proprietario (essendo un reato procedibile solo a querela). La polizia stradale presente sul posto, che ha notato il fenomeno, ha giustamente dato la priorità all'intervento più urgente, vale a dire il soccorso del ferito, il rilievo dell'incidente e la supervisione delle operazioni di pulizia e rimozione del mezzo pesante, anche per ripristinare il prima possibile la viabilità sull'E45 e di conseguenza liberare le frazioni letteralmente asfissiate dal traffico pesante della superstrada.

AVVERTENZA AI CITTADINI . Tuttavia è poco probabile che arriverà la denuncia, in quanto il carico che si è riversato, di basso valore, una volta “contaminato” non era più utilizzabile e quindi sarebbe stato smaltito come rifiuto. I cittadini che hanno preso il materiale da rifiuto è bene comunque che siano informati che tale mais è per uso zootecnico industriale e non per l'alimentazione umana e che in ogni caso, essendo materiale senza tracciabilità, non può essere rimesso sul mercato. L'utilizzo in proprio, magari per piccoli allevamenti, è a proprio rischio e pericolo.

LE NOTIZIE PIU' IMPORTANTI DI GIOVEDI' 12 MARZO IN ROMAGNA

Violentata in stazione, lui si giustifica: "Era d'accordo e mi ha chiesto soldi..."
Viene trovato in un fosso, lui picchia i soccorritori
Scopre il ladro nel garage, il malvivente cerca di investirlo con la sua auto
Rubavano nelle auto in sosta: arrestati due 'specialisti'
E45, dopo l'incidente i predoni si preoccupano di rubare il mais
Sicurezza, in tangenziale arrivano le telecamere

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Ristoratrice apre le porte del suo agriturismo e accoglie 58 clienti a pranzo e cena: denunciata

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

Torna su
CesenaToday è in caricamento