Incendio alla sede del Pd, dalle telecamere immagini non decisive

I militari stanno cercando indizi per risalire all'autore dell'incendio che ha distrutto la centralina elettrica dello stabile e le cui fiamme hanno avvolto uno "scooterone" di proprietà del segretario territoriale del Pd Landi

Carabinieri al lavoro sulle immagini di videosorveglianza: quella zona in viale Bovio è piena di telecamere, ma nessuna è direttamente puntata sul luogo dell'incendio e quindi le immagini potrebbero essere poco significative. E' stato un lunedì di acquisizione delle immagini quello dei carabinieri che stanno investigando sull'incendio avvenuto sabato sera al piano terra dello stabile di viale Bovio che ospita la sede del Pd, ma anche un ufficio dei vigili dedicato alle contravvenzioni e diversi studi legali.

I militari stanno cercando indizi per risalire all'autore dell'incendio che ha distrutto la centralina elettrica dello stabile e le cui fiamme hanno avvolto uno “scooterone” di proprietà del segretario territoriale del Pd Fabrizio Landi, parcheggiato lì per puro caso, nel senso che non si tratta di un'area in cui il mezzo sosta abitualmente. Gli indizi a quanto sembra non sono tanti: le perizie dei vigili del fuoco da una parte indicherebbero la natura dolosa dell'incendio (è difficile, infatti, che le fiamme si sprigionino con tanta forza in pochi minuti se ad innescare il tutto è una scintilla di corto circuito), ma dall'altra parte non hanno trovato tracce di liquidi infiammabili o inneschi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Molto più definita è, invece, l'origine del secondo rogo, quello avvenuto domenica sera, quasi 24 ore dopo nelle stessa area ma ad un altro ingresso: si dovrebbe trattare di un cortocircuito accidentale dovuto ad un sovraccarico generato dal danneggiamento di parte dell'impianto la sera prima. Insomma, nessun incendiario “seriale” in azione, ma pur sempre, nel caso dell'incendio di sabato sera, un episodio inquietante, se avvenuto per motivi di ritorsione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

  • Il furgone come "ariete", spariscono borse e scarpe di lusso: colpo da 100mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento