Fuoco alla sede del Pd di Cesena e di un ufficio dei vigili: si segue la pista del rogo doloso

Nella zona ci sono molte telecamere di videosorveglianza di banche e uffici e, secondo alcune indiscrezioni, queste avrebbero ripreso un uomo che, poco prima del rogo, si avvicina al quadro elettrico e lo cosparge di qualcosa, forse liquido infiammabile

Completamente distrutto un armadio-quadro elettrico e un grosso scooter, danni al soffitto dell’area del portone d’ingresso e sui muri esterni: è questo il bilancio dell’incendio che è scoppiato in uno stabile di viale Bovio, intorno alle 23.30 di sabato. Potrebbe essere derubricato come un probabile corto circuito, se non fosse che da quel portone di viale Bovio si accede a diversi studi legali cesenati, ma soprattutto alla sede del Pd e ad un ufficio dei Vigili urbani che si occupa di contravvenzioni. Lo scooter completamente distrutto, inoltre, appartiene al segretario del Pd cesenate Fabrizio Landi.

Sull’accaduto indagano i carabinieri. Nella zona ci sono molte telecamere di videosorveglianza di banche e uffici e, secondo alcune indiscrezioni, queste avrebbero ripreso un uomo che, poco prima del rogo, si avvicina al quadro elettrico e lo cosparge di qualcosa, forse liquido infiammabile. L’incendio ha destato non poche preoccupazioni: solo il veloce intervento dei vigili del fuoco ha fatto sì che le fiamme, alzatesi con forza, si estendessero al primo piano. Il danno alle linee elettriche e telefoniche è consistente e probabilmente per alcuni giorni questi uffici di viale Bovio saranno inutilizzabili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Domenica sera, intorno alle 19, c’è stato poi il bis. L’allarme è scattato nuovamente da del fumo in uscita da un altro armadio contenente contatori e centraline, presso un’altra scala dello stesso complesso edilizio. Anche in questo caso i pompieri sono intervenuti prontamente e hanno limitato i danni al minimo. Tuttavia, per precauzione, è stato chiesto a tutte le famiglie residenti di lasciare casa. Dopo qualche ora i residenti sono potuti rientrare nelle loro abitazioni, ma anche loro avranno problemi nell’erogazione dell’emergia elettrica. Sul caso indagano i carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento