Inferno di fuoco nella notte in un'azienda, danni ingenti: crolla parte di un capannone

E' stata una notte drammatica, quella tra mercoledì e giovedì, quella trascorsa in un'azienda di via Terni

Per combattere le fiamme si sono alternate diverse squadre dei Vigili del Fuoco. E il lavoro è stato concluso in tarda mattina. E' stata una notte drammatica, quella tra mercoledì e giovedì, quella trascorsa nello stabilimento della "Pakfrut" di via Terni, a San Carlo, azienda specializzata nella produzione di macchine per il confezionamento di frutta e verdura in cestini e retine. L'inferno di fuoco si è sviluppato nella tarda serata di mercoledì, intorno alle 23.

Le cause che hanno innescato il rogo, al vaglio degli agenti del Commissariato di Polizia di Cesena, sono ancora da appurare. I primi rilievi sono stati effettuati con la messa in sicurezza dell'area. Ma sarebbe esclusa l'ipotesi dolosa. All'origine dell'incendio potrebbe esserci un guasto di natura elettrica ad uno degli impianti in uso. Per tutta la notte hanno operato il personale del 115 del distaccamento di Cesena, del comando provinciale di Forlì e dei volontari di Cesenatico, mobilitandosi con un totale di sette mezzi e 23 uomini.

Le squadre si sono alternate nelle operazioni di spegnimento delle fiamme. La struttura ha subìto ingenti danni, con un soppalco interno che è crollato. Distrutti diversi macchinari e materiale plastico. Giovedì mattina i pompieri erano ancora sul posto per spegnere gli ultimi focolai, concludendo le operazioni intorno alle 12. Fortunatamente non vi sono stati feriti tra i soccorritori intervenuti, mentre non era presente nessun dipendente al momento dell'incendio.

IL VIDEO DEL DEVASTANTE INCENDIO: LE IMMAGINI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento