Incendio, il sindaco: "Faciliteremo la ripresa dell'azienda". Arpae al lavoro sulla qualità dell'aria

A essere stato sul luogo del disastro sia la sera stessa in cui è scoppiato l'incendio che martedì mattina è stato il sindaco di Cesena Enzo Lattuca

Nel rogo alla struttura di "Campomaggi & Caterina Lucchi" sono andati a fuoco 4mila metri quadri su 11mila ma per fortuna l'area destinata alla produzione non è stata intaccata, come l'area dell'outlet, la mensa e tutti gli uffici amministrativi. A andare in cenere sono state la parte del magazzino, dove si trovava parecchia merce (si parla addirittura di prodotti già finiti per due milioni e passa di euro) e l'area dove viene tenuto il pellame, la materia prima che viene lavorata dal centinaio di dipendenti in forza all'azienda di borse e accessori nota a livello internazionale e fiore all'occhiello della Romagna.

Partite le indagini: acquisite le immagini della videosorveglianza

A essere stato sul luogo del disastro sia la sera stessa in cui è scoppiato l'incendio che martedì mattina è stato il sindaco di Cesena Enzo Lattuca, vicino agli imprenditori e a tutti i lavoratori che in queste ore stanno vivendo momenti difficili. "Voglio testimoniare tutta la vicinanza del Comune sia agli imprenditori che ai lavoratori. Dalla giustificata disperazione di lunedì sera, davanti a un rogo che si faticava a spegnere - ha detto Lattuca - a distanza di poche ore ho già notato segnali di ottimismo e una gran voglia di ricominciare. E' fantastico che ci siano imprenditori con una forza d'animo simile. Noi, come amministrazione, metteremo a disposizione tutto quello che possiamo per facilitare la ripresa dell'azienda".

VIDEO: Il day after il tremendo incendio
VIDEO: Il devastante incendio nell'azienda di pelletteria

Le reazioni - La politica si stringe intorno all'azienda cesenate
Le reazioni - Sbigottimento sui social: "Imprenditori forti, reagiranno"

Martedì mattina sul luogo dell'incendio sono arrivati anche il magistrato e la polizia scientifica per effettuare i rilievi e dare una spiegazione all'origine del disastroso rogo. Insieme a loro i tecnici dell'Arpae per i rilievi di natura ambientale a seguito del fumo che per ore ha offuscato il cielo di Borello. Per quanto riguarda questo aspetto, però, sembra che, a parte l'odore forte e sgradevole rimasto nell'aria, l'incendio non abbia provocato problemi.

Lo stabilimento, ricordiamo, è stato disegnato dall’architetto giapponese Kazuhide Takahama e non era stato pensato solo in un’ottica di efficienza ed eccellenza produttiva, ma anche come testimonianza di armonia, utile a ispirare ogni fase di elaborazione del prodotto, dall’idea creativa alla vendita, perfettamente in linea con i valori dell’azienda. Oggi equilibrio e armonia serviranno anche a rimettere insieme i pezzi e continuare più forti di prima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paurosa carambola all'incrocio: fa un filotto di schianti, 8 veicoli danneggiati. Si contano 2 feriti gravi

  • Vuole andare alla Festa del Maiale, ma sbaglia strada: fa inversione e finisce nel fosso

  • Tenta di impiccarsi alla ringhiera del balcone, salvato in extremis: grave un giovane

  • "Soffoco", l'infarto lo coglie mentre va al lavoro: salvato dalla Polizia municipale

  • Caos Sanremo, anche da Cesena critiche ad Amadeus: "Prenda le distanze da Junior Cally"

  • La Polizia arresta due fratelli sulla E-45: dovevano scontare una pena di 4 anni di reclusione

Torna su
CesenaToday è in caricamento