Devastante incendio, spente le fiamme partono le indagini. Acquisiti i video della sorveglianza

Le prime indagini sono partite intorno alle 13 di martedì, quando i vigili del fuoco hanno autorizzato gli inquirenti ad entrare all'interno dei locali bruciati

Cosa ha provocato il rogo distruttivo alla "Campomaggi & Caterina Lucchi"? Le cause sono ancora ignote e tutte le ipotesi sono aperte. Le prime indagini sono partite intorno alle 13 di martedì, quando i vigili del fuoco hanno autorizzato gli inquirenti ad entrare all'interno dei locali bruciati, una volta messi in sicurezza dalle fiamme. Saranno i tecnici specializzati dei Vigili del Fuoco, così come la Polizia Scientifica, a cercare di risalire all'origine della prima fiamma che poi si è diffusa a tutta l'area centrale dello stabilimento. L'inchiesta viene seguita dal personale del Commissariato di Cesena, presso cui è stata depositata la denuncia. Difficile indicare ora se l'origine possa essere dolosa o accidentale. "Tutte le ipotesi sono aperte e vagliate", spiegano dalla Polizia. Ad un primo esame, tuttavia, non sarebbero emersi elementi evidenti per l'una o l'altra ipotesi.

VIDEO: Il day after il tremendo incendio

VIDEO: Il devastante incendio nell'azienda di pelletteria

I poliziotti hanno tuttavia già acquisito le immagini della videosorveglianza relative al periodo precedente all'incendio e saranno attentamente vagliate, sia per capire se c'erano presenze sospette nei paraggi, ma anche per vedere l'evoluzione del fuoco e trarre dati sul punto di origine. Sul posto restano una dozzina di vigili del fuoco, con 7-8 mezzi. Domate le fiamme, resta il lungo e paziente lavoro di smassamento del materiale bruciato,così da spegnere anche il fuoco che può covare soffocato tra la materie prime bruciate, pellame e carta soprattutto. Ed ora, dopo il termine della parte grossa dello spegnimento, i pompieri lavorano con un escavatore, proprio per "stendere" e bagnare il più possibile il materiale ammassato bruciato all'interno.

L'annuncio dell'azienda: "Ripartiamo in un paio di giorni"
Il sindaco: "Faciliteremo il più possibile la ripresa dell'attività"

E' stato un inferno di fuoco quello a cui si è assistito nel tardo pomeriggio di lunedi, negli stabilimenti dell'azienda "Campomaggi Caterina Lucchi".  La struttura dell'azienda che si trova a cavallo tra San Carlo e Borello si snoda in tre blocchi. Uno è praticamente salvo, non essendo stato toccato dal rogo, uno è stato interessato solo in parte. Mentre la situazione più preoccupante riguarda il terzo blocco, andato completamente distrutto, che è quello centrale, in una specie di 'L' che rappresenta l'intero stabilimento. L'allarme è scattato lunedì intorno alle 19:30, il  capannone e il magazzino si sono trasformati in un'autentica palla di fuoco, col personale del 115 impegnato con più squadre a fronteggiare l'emergenza.

"Sono forti, sapranno reagire": vicinanza da tutta Cesena agli imprenditori. L'affetto della città

Ben dieci i mezzi giunti in prima battuta da Cesena, Bagno di Romagna e Forlì. Poi in serata sono arrivati anche i rinforzi da Rimini, con effettivi e volontari. Fin da subito si è capito che le proporzioni del rogo sarebbero state devastanti, con l'imponente colonna di fumo che siè alzata in cielo, visibile a distanza di chilometri. Difficile fare ora la conta dei danni, ma è prevedibile ipotizzarli per diversi milioni di euro.

Lo stabilimento si trova in via Nazionale, tra Borello e San Carlo, nei pressi dell'E45. La superstrada lunedì è stata parzialmente chiusa al traffico. Fortunatamente non ci sono persone coinvolte. L’azienda Campomaggi & Caterina Lucchi è nata nel 1983 a Cesena, per poi diventare un vero e proprio colosso nel settore della pelletteria e accessori, diffondendosi come brand in Europa ma anche Asia e Australia.

Una serata maledetta quella di ieri: nelle stesse ore è divampato un altro incendio con tre persone in casa. Alla fine le fiamme sono state domate

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Paurosa carambola all'incrocio: fa un filotto di schianti, 8 veicoli danneggiati. Si contano 2 feriti gravi

  • Vuole andare alla Festa del Maiale, ma sbaglia strada: fa inversione e finisce nel fosso

  • Tenta di impiccarsi alla ringhiera del balcone, salvato in extremis: grave un giovane

  • "Soffoco", l'infarto lo coglie mentre va al lavoro: salvato dalla Polizia municipale

  • Caos Sanremo, anche da Cesena critiche ad Amadeus: "Prenda le distanze da Junior Cally"

  • La Polizia arresta due fratelli sulla E-45: dovevano scontare una pena di 4 anni di reclusione

Torna su
CesenaToday è in caricamento