Inaugurata la mostra "Noi robot" dedicata agli amanti della fantascienza - FOTO

E' stata inaugurata sabato pomeriggio l'iniziativa al Palazzo del Ridotto intitolata “Noi Robot. Mostra, Laboratori, Incontri”, che resterà aperta fino al 7 gennaio

E' stata inaugurata sabato pomeriggio l'iniziativa al Palazzo del Ridotto intitolata “Noi Robot. Mostra, Laboratori, Incontri”, che resterà aperta fino al 7 gennaio da martedì a domenica con orario 15.30 alle 18 a ingresso libero. L'esposizione è nata da un'idea del presidente di Formula Servizi, Graziano Rinaldini da sempre amante della fantascienza e realizzata grazie all'apporto di Mufant (Museo del Fantastico e della Fantascienza di Torino), Fondazione Ecm (di Settimo Torinese) e Comune di Cesena. Più che una mostra Noi Robot è un percorso conoscitivo, creato nella grande sala del Palazzo del Ridotto, che presenta rarità, curiosità, prime edizioni, libri illustrati ottocenteschi, toys vintage, modellini, manifesti cinematografici, vinili, fumetti, cartoline oltre alla presenza dei veri protagonisti dell'evento: i robot fantascientifici che hanno conquistato le 'star' dei film e dei fumetti. Una carrellata di grandi protagonisti che parte da Robocop fino a Terminator, C1P8 e D3BO ai Trasfomers e poi Iron Man, Hal 9000 e Star Trek.

Ci sarà anche spazio per laboratori grazie alla Fondazione Ecm  che ha attrezzato appositi spazi laboratoriali a cura di 'Lego Education Innovation studio', uno dei dieci studi permanenti della Lego esistenti in Italia che per l'occasione verrà allestito in città. I laboratori sono disponibile al mattino, su prenotazione, per le scuole dall'ultimo anno della materna fino alle medie e al pomeriggio proporranno attività divise per fasce d'età libere ed aperte al pubblico. Ci sarà anche spazio per incontri e approfondimenti sul mondo della robotica venerdì 24 novembre, quando nella sala lignea della Biblioteca Malatestiana alle 18 le scienziate Cecilia Laschi della Scuola di Sant'Anna di Pisa e Barbara Mazzolai dell'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova parleranno di un nuovo approccio alla scienza del movimento meccanico. Le due studiose sono inserite nella lista, redatta dal portale americano RoboHunt, tra le venticinque donne più geniali nello studio della realizzazione di automi in materiale morbido capaci di fare cose impossibile a quelli classici rigidi e metallici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento