menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Imo Obinna

Imo Obinna

"In piazza per Imo", un corteo per il giovane e il Comune pagherà i funerali

"Scendiamo in strada per Imo e per tutte le persone come lui, morte nell’ indifferenza e nel silenzio"

Romagna Migrante scende in piazza per Imo, il giovane nigeriano trovato morto in una colonia abbandonata di Cesenatico. Sabato ci sarà un corteo per le vie di Cesena, con appuntamento dalle 17 in Piazza della Libertà.

L'associazione vuole accendere i riflettori anche sulla vicenda che riguarda Cesena dove “da circa 15 giorni un gruppo di migranti ha deciso di non nascondersi più e rendersi visibili. Alcuni di loro, come Imo, hanno un lavoro e un documento ma nessuno gli affitta casa; altri attendono di essere reintegrati in un centro di accoglienza in base a una direttiva della Prefettura dello scorso luglio, non ancora applicata per tutti”.

"In pochi giorni – osserva Romagna Migrante – hanno coinvolto diverse persone solidali e insieme stanno dormendo davanti al Comune di Cesena, in Piazza del Popolo, per vedere riconosciuti i loro diritti. Con volantinaggi, striscioni e la loro presenza fissa sotto al Comune notte e giorno, queste persone sono determinate a portare avanti ad oltranza una lotta che unisce tante donne e uomini nella stessa situazione – immigrati e italiani senza distinzioni”.

“Come è possibile che la giunta comunale non abbia predisposto soluzioni alternative, ben sapendo che per effetto del Decreto Salvini quest’inverno molte più persone saranno costrette a dormire per strada? I dormitori pubblici non sono la soluzione ottimale, dato che alcune di queste persone lavorano di notte e di giorno i dormitori sono chiusi. Servono altre soluzioni e presto”.
“Come è possibile che gli alloggi pubblici sfitti o abbandonati continuino a restare chiusi, a fronte di un ormai innegabile bisogno e che si continui a dire che mancano i soldi per una questione tanto importante come quella della casa? Una soluzione politica c’è: aprire gli alloggi sfitti e chiusi di proprietà comunale, renderli fruibili e farlo nel più breve tempo possibile!”. Ipotesi paventata anche a Cesenatico da chi dorme alle colonie".

“Scendiamo in strada - conclude l'associazione -  a portare avanti la battaglia finché non verranno date risposte condivise e comuni per tutti e finché non si troveranno soluzioni reali! Scendiamo in strada per ribadire che l’accoglienza e a dignità di un tetto sopra la testa non devono essere questioni di marketing o di interesse partitico. Scendiamo in strada per Imo e per tutte le persone come lui, morte nell’ indifferenza e nel silenzio, a rivendicare il nostro diritto di esistere”.

Intanto il Comune di Cesenatico ha dato la disponibilità a sostenere le spese per i funerali del giovane, nel caso in cui le sorelle di Imo decidano di organizzarlo a Cesenatico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento