rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

In libreria il nuovo saggio dello scrittore cesenate: “Le donne di Israele”

L’intento di Pierantoni, attraverso questo libro, è quello di evidenziare e risollevare l’operato delle donne che hanno giocato un ruolo da protagoniste nella storia della salvezza

È uscito pochi giorni fa, nelle librerie fisiche e online, il nuovo testo dello scrittore cesenate Pietro Pierantoni, intitolato “Le donne di Israele. L’emancipazione femminile nell’Antico Testamento”. Il saggio teologico, pubblicato dalle Edizioni San Lorenzo di Reggio Emilia, si articola in ventidue capitoli, ognuno dei quali approfondisce una figura femminile veterotestamentaria e le vicende ad essa correlate.

L’intento di Pierantoni, attraverso questo libro, è quello di evidenziare e risollevare l’operato delle donne che hanno giocato un ruolo da protagoniste nella storia della salvezza. 

Infatti, come viene riportato nella quarta di copertina, "siamo soliti accostarci ai Testi Sacri guardando alle figure maschili e al loro operato nella storia della salvezza. In realtà, sia l’Antico che il Nuovo Testamento sono contrassegnati da figure femminili che hanno rivestito un ruolo fondamentale e che in molteplici occasioni si sono mostrate determinanti per il destino del popolo “eletto”. Il testo vuole, perciò, essere un elogio a queste eroine ebraiche, mettendone in luce, nei vari capitoli, la storia, le caratteristiche essenziali, il coraggio, la fede, l’operato ed evidenziando al contempo anche personalità meno note". Ma lo sguardo è rivolto anche al presente e al futuro: "Molta strada deve essere ancora percorsa dalla Chiesa, e non solo, per giungere a una concreta valorizzazione e a un effettivo riconoscimento del ruolo della donna nella società". Questo saggio vuole, perciò, essere "un motivo di riflessione in questa direzione. D’altronde, come evidenzia anche papa Francesco nella prima omelia dell’anno 2020, la figura e l’importanza della donna vanno promosse e riconosciute poiché “non c’è salvezza” senza di lei e “se vogliamo tessere di umanità le trame dei nostri giorni, dobbiamo ripartire dalla donna”".

Il volume è arricchito dalla presentazione di Ferruccio Ceragioli, rettore del Seminario maggiore di Torino e docente alla Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, dalla prefazione di Emanuela Buccioni, teologa e biblista, dalla postfazione di Claudio Micaelli, docente all’Università di Macerata, e dalla nota conclusiva di Douglas Regattieri, Vescovo della Diocesi di Cesena-Sarsina e membro della presidenza della Caritas Italiana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In libreria il nuovo saggio dello scrittore cesenate: “Le donne di Israele”

CesenaToday è in caricamento