rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca Cesenatico

"In Italia è più facile rubare", stanata una banda: il covo era a Cesenatico

Secondo gli inquirenti nel corso dell'ultimo anno aveva messo a segno una serie di colpi in negozi e centri commerciali in Romagna tra Forlì, Cesena e Ravenna

Rubavano anche la benzina per metter a segno i colpi. Una banda di romeni è stata sgominata dai Carabinieri della stazione di Rivergaro, in provincia di Piacenza. Secondo gli inquirenti nel corso dell'ultimo anno aveva messo a segno una serie di colpi in negozi e centri commerciali non solo nella città emiliana, ma anche in Romagna tra Forlì, Cesena e Ravenna. Sono sette le ordinanza di custodia cautelare in carcere per associazione a delinquere finalizzata ai furti in esercizi commerciali.

Intercettazioni, tabulati telefonici, l'intuizione e l'esperienza dei carabinieri hanno portato alla banda di romeni. Dal covo a Cesenatico si spostavano in auto di notte e quando non erano impegnati in soppralluoghi per studiare i punti deboli dei negozi o a rubare caraburante per la loro vettura, agivano: con tombini spaccavano le vetrine e poi iniziava la razzia. Una volta fatta man bassa di occhiali, capi di abbigliamento, computer e quant'altro, nascondevano la refurtiva nei campi per poi farla recuperare il giorno dopo dalla donna della banda. Questo permetteva loro una fuga, quasi sempre, sicura e una vita agiata.

"Per muoversi in auto o con i furgoni non facevano nemmeno benzina ma utilizzavano il gasolio che rubavano nelle aziende. "Quello del furto era il loro stile di vita", hanno chiarito gli inquirenti. I Carabinieri hanno recupero refurtiva per decine di migliaia di euro, soprattutto occhiali di marca che un complice aveva tentato di andare a rivendere presso un ricettatore a Parma. Tra gli arrestati c'era anche una donna che aveva un compito molto importante: il giorno successivo a ogni colpo doveva andare a recuperare la refurtiva che la notte prima i complici abbandonavano al sicuro in qualche nascondiglio improvvisato in mezzo ai campi, in modo da risultare 'puliti' nel caso fossero stati fermati dai carabinieri.

Recentemente la banda si era spostata ad operare anche in Germania, ma dalle intercettazioni telefoniche è emerso che il gruppo aveva incontrato grosse difficoltà: "Meglio tornare in Italia - spiega il capo ai suoi complici in una conversazione -. Lì e' decisamente tutto piu' semplice". "E' uno scenario inquietante quello che ci troviamo davanti, dove una banda fallisce ce n'è una pronta a sostituirla", ha dichiarato il procuratore capo Salvatore Cappelleri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"In Italia è più facile rubare", stanata una banda: il covo era a Cesenatico

CesenaToday è in caricamento