In aumento i problemi legati al gioco d'azzardo

Dopo Rimini e Ravenna, anche a Cesena aprirà una sede dell'Associazione giocatori Anonimi. La tetimonianza: "Non si smette di scommettere"

Ancora non si può parlare di allarme gioco d'azzardo ma il problema inizia a mettere le radici. Sono in crescita i giocatori compulsivi che spendono sempre più in «gratta e vinci, slotmachine e video poker» in un contesto di crisi che acuisce il fenomeno. Lo confermano i dati del Ser.T. di Cesena che, dal 2004, segue un numero crescente di utenti. Si passa dai sedici dell'anno scorso ai ventiquattro del settembre 2011. E il due dicembre, l'associazione Giocatori Anonimi aprirà una sede a sant'Egidio per favorire il recupero di giocatori con incontri anche per le famiglie.

«C'è un numero maggiore di licenziati e anche il costo della vita è aumentato – ha detto Gianluca Farfaneti psicologo, psicoterapeuta del Ser.T –. Con la crisi si gioca di più ma non è un elemento decisivo. Ci sono  condizioni di fragilità psicologica che impedisce il controllo al gioco. E' quel “Non posso sempre perdere” che porta ad un circolo vizioso in cui si cerca maggiore sicurezza e stima personale in una vincita».
Come conferma Farfaneti, molti non sanno o negano di avere il problema. Gli stessi familiari ne sono allo scuro e ci si rivolge alle strutture quando il problema finanziario è molto alto e innegabile. Se riportiamo sul locale le stime nazionali, il fenomeno potrebbe toccare 4mila cesenati.

Per Farfaneti un elemento è certo: «Non giocano i ricchi ma chi ha uno stipendio normale. Si arriva a casi di persone che spendono migliaia di euro al mese».
L'iter di recupero del Ser.T. passa per una valutazione complessiva dell'utente ad opera di  un medico psichiatra, di uno psicologo e un assistente sociale. A seconda del risultato si può propendere per una terapia farmacologica, una terapia individuale psicologica e/o educativa e una terapia di gruppo.

Anche Cesena a breve avrà un centro dell'associazione Giocatori Anonimi. «Per il recupero seguiamo la teoria dei 12 passi – dicono dall'associazione – e partiamo dal presupposto che non siamo professionisti ma tutti giocatori che si aiutano». La nascita del centro è stato sollecitato dal Ser.T. che sta affrontando il fenomeno con attenzione crescente.
«Non si smette mai veramente di essere giocatori compulsivi ma con gli incontri almeno ci si può controllare» ammette un giocatore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per chi volesse rivolgersi al Ser.T., anche solo per informazioni, può farlo tutte le mattine dal lunedì al sabato, dalle 8.30 13.30, contattando il numero 0547 352162 . Il servizio è gratuito e garantisce l'anonimato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento