rotate-mobile
Cronaca

In 100 alla passeggiata solidale per le vie del centro, 7 tappe simboliche: "Esistono tanti tipi di povertà"

Una camminata dal titolo "Alla ricerca della povertà...tra parole e strada", con sette tappe simboliche per riflettere, interrogarsi e condividere con i passanti i pensieri su una condizione sempre più presente nella nostra società

Il covid ha insegnato che il confine tra il benessere e la povertà è molto labile. Basta poco: la perdita del lavoro, una difficoltà di relazione, l'arrivo di una malattia, e tutte le certezze che sembravano acquisite e dovute si frantumano sotto un macigno fatto di solitudine, disagio e profonda tristezza. Tanta gente si è radunata ai Giardini Pubblici di Cesena per la "Notte delle Stelle", una passeggiata solidale in vista della Giornata Mondiale di lotta alla povertà istituita dall'Organizzazione delle Nazioni Unite nel 1992, in programma domenica 17 ottobre.

Una camminata dal titolo "Alla ricerca della povertà...tra parole e strada", con sette tappe simboliche per riflettere, interrogarsi e condividere con i passanti i pensieri su una condizione sempre più presente nella nostra società. La passeggiata, organizzata dall'Asp Cesena Valle Savio e dagli operatori del Centro diurno RoverStella, è iniziata dai Giardini Pubblici, per raggiungere la Caritas, poi il Duomo dove il corteo ha fatto visita al Vescovo Douglas, poi al Municipio dove ha incontrato il sindaco Lattuca, al dormitorio e al centro diurno Roverstella. Al corteo, presenti un centinaio di persone, hanno preso parte gli operatori di Asp e dell'Unità di strada, gli ospiti, gli assessori Carmelina Labruzzo (Servizi alla persona), Camillo Acerbi (al Bilancio), Carlo Verona (Cultura) il presidente di Asp Maria Elena Baredi, il direttore della Caritas diocesana Ivan Bartoletti Stella e tanti cesenati sensibili al tema.

passeggiata solidale 2-2

"Sono 61 i senza fissa dimora che vivono nel territorio comunale di Cesena e in carico ai Servizi Sociali. A questi si sommano le 171 persone che usufruiscono dei servizi seguiti dalla Caritas - hanno spiegato dal palco dei Giardini Pubblici - Proprio a loro è dedicata questa passeggiata. Ma soprattutto vuol far capire quanto la povertà sia un discorso che coinvolga tutti, nessuno escluso, e quanto lavoro ci sia da fare per aiutare chi, sfortunatamente, si ritrova in questa situazione. Non c'è bisogno di un aiuto solo pratico ma anche morale, affettivo, un senso di vicinanza e solidarietà che va continuamente coltivato".

Sono stati consegnati post-it a tutti i presenti ai quali sono state poste delle domande, la prima tra tutte: "Cos'è la povertà?" Tra le risposte "E' quando hai freddo e nessuno ti riscalda", "Mancanza di relazioni", "Mancanza essenziale", "Sentirsi solo e non saper dove andare", "Sentirsi soli ed emarginati".

"Ci sono tanti tipi di povertà - ha spiegato un'operatrice della Croce Rossa - non solo quella legata ai bisogni primari, come cibo e alloggio. C'è una povertà di tipo psicologico, relazionale, affettivo, di mancanza di protezione in famiglia. A Cesena noi assistiamo 120 famiglie segnalate dal Comune e cerchiamo di assisterle con la spesa alimentare ma anche con abbigliamento donato da altre famiglie e facendo loro compagnia".

Dopo essere passato dalla Caritas il corteo si è fermato dal Vescovo che si è presentato davanti al corteo con parole di accoglienza e comprensione. "Come sapete qui da noi c'è il dormitorio e la casa famiglia e siamo sempre pronti ad accogliere chi ha bisogno. Quello che però dobbiamo fare tutti è imparare dai poveri - ha detto il Vescovo - Beati i poveri in spirito ha detto Cristo. E non dobbiamo dimenticarlo".

Poi l'incontro col sindaco, davanti al Municipio, in piazza del Popolo. "La ricchezza va ridistribuita perchè tutti possano stare un po' meglio - ha detto Lattuca - E qui a Cesena lo sappiamo bene perché i poveri riguardano tutti. La vostra causa, quello per cui siete oggi in piazza, fa parte del dna di questa città". 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In 100 alla passeggiata solidale per le vie del centro, 7 tappe simboliche: "Esistono tanti tipi di povertà"

CesenaToday è in caricamento