menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Imprenditoria dal basso ai tempi del Covid, il nuovo progetto lancia l'asporto 'salutare'

Da circa un mese in città è attivo il progetto messo a punto durante la pandemia da Trilogy Group

Da circa un mese è attivo il progetto messo a punto durante la pandemia da Trilogy Group (il Gruppo che gestisce Gordita, Acqua dolce, Zampanò, Pasticceria Pagliarani) che si chiama "Gnammie" l'asporto buono che fa bene. 

"Abbiamo iniziato a lavorarci verso ottobre - spiega Francesca, che insieme a Valentina e Lucia fa parte del Team da cui è partito tutto - Un po' perché Lucia, cuoca, voleva trovare un modo diverso di mangiare. Ultimamente, infatti, mangiava un po' di tutto e male. Roba appetitosa e buona di sapore ma che non faceva affatto bene. Si sentiva gonfia, stanca. E così ha iniziato a voler provare un nuovo modo di cucinare, senza togliere nulla al gusto ma con un'attenzione ai prodotti e alla leggerezza". 

"Io e Valentina, che siamo Manager di Trilogy, abbiamo iniziato a studiare e a leggere davvero tanto su quello che si deve sapere sul cibo. Ci piaceva molto l'idea di trovare un modo di cucinare leggero ma ugualmente goloso. E alla fine, in una cucina dedicata, abbiamo messo a punto alcuni piatti che abbiamo già avuto modo di provare e piacciono molto ai clienti e, soprattutto, rispettano l'idea di cibo salutistico e goloso che ci siamo date. Non a caso lo slogan di Gnammie è 'l'asporto buono che fa bene'. Per il progetto abbiamo creato anche un'app che si può scaricare e dalla quale si possono prenotare i piatti che proponiamo. Chi prenota dall'app non paga il costo della consegna".

E' un asporto quindi, senza un locale di riferimento ma, soprattutto, il progetto non vuole terminare quando finalmente la pandemia non sarà più all'ordine del giorno. "Rimarrà anche a covid terminato - continua Francesca - non so se diventerà un po' un filo comune dei locali ma Gnammie andrà avanti". Qualche proposta? Non si usano burro, coloranti chimici, grassi cotti come l'olio in cottura. Solo sale marino, zucchero integrale, farine non raffinate ad esempio. 

"Sono cibi dei quali ci si può abbuffare perché sono leggeri, buoni e salutari - conclude Francesca - Non siamo vegani o vegetariani, siamo il più possibile per la salute. In futuro, infatti, introdurremo anche altri piatti. E poi ci sono i dolci, dei Cubetti di Cioccolato con Caramello e Cocco completamente Crudisti dal Gusto Super. "Basta davvero poco per fare tanto"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento