Cronaca

Il top dell'inciviltà: escrementi del cane abbandonati perfino sulla fontana Masini

E' vero che l'inciviltà non ha limiti, ma alla fin fine anche lei ha un fondo. E quel fondo, quando viene toccato, fa saltare in aria, fa rizzare i capelli in testa

E' vero che l'inciviltà non ha limiti, ma alla fin fine anche lei ha un fondo. E quel fondo, quando viene toccato, fa saltare in aria, fa rizzare i capelli in testa, dà un'enorme tristezza. E' il caso di quello che si prova davanti a cassonetti dei rifiuti rotti e traboccanti  o a cartoni per pizza e lattine di birra abbandonate sotto una panchina di un giardino pubblico. O davanti a lampioni divelti o muri insozzati per il gusto di farlo... Ma una cacca bella grande lasciata da un cane (sicuramente di discrete dimensioni) davanti alla Fontana Masini, monumento storico del 1591 e simbolo della città, è una cosa che non si può veramente sopportare. Inaccettabile. Al padrone di quella sventurata bestiola non è bastato fargli  fare i bisogni nella piazza centrale della città con un gran passaggio di persone e di rendersi conto di trovarsi nell'area che dovrebbe fare da cartolina di Cesena. No, ha aspettato che il suo cane la facesse proprio davanti al monumento simbolo di Cesena, quella dove i turisti si fermano per fare le foto, per immortalare la parte migliore della città. Il bello dissacrato, insozzato, senza alcun rispetto. Non possiamo farci nulla se il cane, esaltato d'avere tutta la piazza per sè, abbia dovuto farla proprio lì, ma al padrone bastava chinarsi e raccoglierla con il sacchetto di plastica di cui tutti i padroni di cani dovrebbero essere dotati. E invece, come purtroppo succede tante altre volte, non è andata così.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il top dell'inciviltà: escrementi del cane abbandonati perfino sulla fontana Masini

CesenaToday è in caricamento