rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca Savignano sul Rubicone

Il Teatro della Rosa per l’Istituto Comprensivo di Savignano: "Gli studenti hanno messo in luce qualità nascoste"

I progetti hanno coinvolto nel corso dell’anno scolastico numerose classi di scuola primaria e di secondaria dell' Istituto

Si è concluso nella sala Allende il ciclo dei progetti condotti dall’esperto Gianfranco Gori, dal titolo “Il carnevale degli animali”, “Romagna mia” e “Il dado è tratto” e “We are the world”. I progetti hanno coinvolto nel corso dell’anno scolastico numerose classi di scuola primaria e di secondaria dell'Istituto. Afferma Gori: “Abbiamo consegnato un attestato a tutti i ragazzi che hanno partecipato. Un premio speciale per la creatività riservato alla classe che più si è distinta per qualità e quantità di materiale prodotto è stato assegnato alla 4a A della Dante Alighieri” guidati dai maestri Laura Montanari, Grazia Comanducci e Massimiliano Pieri. Menzione speciale alla maestra Carlotta Sacchini, della 5a C Aldo Moro, per l’iniziativa legata ai “racconti di vita” che hanno arricchito i progetti di esperienze vissute dai protagonisti".

Parole di apprezzamento per l’entusiasmo dimostrato dai ragazzi sono quelle delle professoresse Ilaria Roberti e Ilaria De Maximy della 2a F della secondaria di primo grado. “La progettazione ha riguardato temi che hanno spaziato dalla tradizione all’intercultura - aggiunge la preside dell’istituto comprensivo Catia Valzania - sfruttando molteplici linguaggi a partire dall’arte visiva e codici storico- geografici, ispirandosi ai grandi personaggi del territorio e oltre confine, passando per una narrazione multimediale eseguita dagli studenti, che sono stati parte attiva del percorso. Ciascuno di loro, infatti, ha messo in luce potenzialità nascoste dando vita a originali interpretazioni sceniche. Il percorso così ricco e stimolante ha permesso l’incontro di molteplici culture e modi di percepire la realtà, tale da generare un prodotto originale di grande livello, espressione della volontà di lavorare insieme per un obiettivo comune. Nella narrazione si sono intrecciate culture e tradizioni del mondo, così lontane e così vicine allo stesso tempo ed è stato meraviglioso vedere e ascoltare i bambini cantare in lingue diverse, ballare il valzer romagnolo e intonare un canto in lingua ucraina, quale segno di avvicinamento di sentimenti e pensieri senza barriere. La cultura unisce!”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Teatro della Rosa per l’Istituto Comprensivo di Savignano: "Gli studenti hanno messo in luce qualità nascoste"

CesenaToday è in caricamento