Il Teatro Bonci presenta la stagione 2018-19 dal titolo “Guardati intorno”

Segnano la nuova stagione nomi di spicco: da Michele Placido a Franco Branciaroli, da Michele Riondino e Anna Maria Guarnieri a Lino Guanciale, fino a Paolo Fresu

“Guardati intorno” è il titolo scelto da Emilia Romagna Teatro Fondazione - Teatro Nazionale per la sua nuova stagione: un invito, rivolto prima di tutto a se stessi, a esplorare liberamente la realtà, a essere vigili e attenti rispetto alla complessa quotidianità che ci circonda, ma soprattutto l’invito a prendersi cura di sé, della comunità e del bene pubblico, con una volontà sempre inclusiva, per guardare “occhi negli occhi” gli altri. Partendo dalla via Emilia, superando i confini nazionali e anche europei, prosegue il viaggio di ERT per disegnare “un atlante del cuore e della mente” del nostro tempo, come dice il direttore Claudio Longhi. La geografia e la dilatazione spaziale sono insite nella natura di ERT Fondazione, che si caratterizza per la sua ampia articolazione sul territorio regionale dell’Emilia-Romagna, da Modena, Vignola, Castelfranco Emilia, Bologna fino a Cesena con i suoi 7 teatri. All’interno del percorso in cui il teatro si fa filtro e racconto dei temi più aderenti al nostro vivere, creando un tracciato e una possibile mappa di questi “tempi interessanti”, si inserisce la programmazione del Teatro Bonci. Segnano la nuova stagione nomi di spicco della scena culturale italiana, che abitualmente si muovono fra palco, cinema e piccolo schermo: da Michele Placido a Franco Branciaroli, da Michele Riondino e Anna Maria Guarnieri a Lino Guanciale, fino a Paolo Fresu, fuoriclasse della musica, qui al centro di una produzione dedicata alla biografia di Chet Baker.

E, sul filo di un immaginario viaggio, l’Opera di Pechino immerge il pubblico del Bonci in una leggenda della tradizione cinese, così come Elena Bucci e Marco Sgrosso nella Cina immaginata da Brecht, mentre Matthew Lenton lo proietta nel futuro orwelliano di 1984. Per la notte di Capodanno è attesa la magia di Le Cirque Invisible, di Jean Baptiste Thierrée e Victoria Chaplin. La riedizione di Mediterranea di Mauro Bigonzetti ci guida alla scoperta di popoli e tradizioni del mare nostrum, mentre una serata è dedicata al balletto russo. Al centro del cartellone musicale ci sono l’omaggio di Ute Lemper a Marlene Dietrich e uno straordinario catalogo di voci celebri in dialogo con la musica classica e jazz: fra gli altri, Alessio Boni, Stefania Rocca, Peppe Servillo - uno dei più originali interpreti della canzone italiana -, accanto a Andrea Dindo, Giovanni Sollima, Andrea Lucchesini, I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino e le stelle del jazz Javier Girotto e Fabrizio Bosso. Posto d’onore è riservato all’Odessa Philharmonic Orchestra, che completa con il suo repertorio un ideale tour nella tradizione musicale europea. La campagna abbonamenti estiva si apre martedì 26 giugno e termina l’8 agosto: durante questa prima parte sarà possibile acquistare le tessere a posto fisso, che garantiscono la poltrona prenotata per tutta la stagione e la partecipazione al gioco dell’estate Esploratori in vacanza. È questa una novità, insieme ai nuovi sconti per i giovani under 35.          

===> Segue

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento