"Il suicidio assistito: un diritto?", un convegno di giuristi per fare chiarezza

"Crediamo - osserva l'avvocato Spinelli - che le istanze che oggi si avanzano a legittimare situazioni di vera e propria eutanasia"

L’Unione Giuristi Cattolici Italiani, sezione provinciale, "in linea con la propria adesione al principio della tutela dell’uomo quale persona umana, della sua vita e della sua dignità", ha organizzato, in collaborazione con l’Associazione Il Crocevia, un convegno che si terrà giovedì, ore 15 – 18, a Palazzo Ghini, in Corso Sozzi.

Alfredo Mantovano, Magistrato e Vicepresidente del Centro Studi Livatino, parlerà de Il suicidio assistito:  Un diritto?, l’ordinanza 207 del 2018 della Corte Costituzionale e i profili più delicati della professione forense. A introdurre sarà l'avvocato Stefano Spinelli, Presidente dell’Ugci.

"Tale iniziativa - spiega Spinelli - ci è apparsa necessaria, in quanto, a seguito della morte del dj Fabo e dell’aiuto ricevuto da Cappato, la Corte Costituzionale ha invitato il Parlamento a modificare l’art. 580 c.p. (aiuto al suicidio). In mancanza, la Corte ha già affermato che provvederà lei stessa – forzando la mano – a indicare le coordinate entro cui legittimare un possibile aiuto al suicidio, incidendo, con parziale dichiarazione di illegittimità costituzionale dell’art. 580 c.p. L’udienza è prevista per il prossimo 24 settembre. Il Governo aveva già fatto sapere che non avrebbe sollecitato alcun intervento legislativo ed è del tutto improbabile che il Parlamento legiferi (ora poi mancano i tempi)".
"Ora, cosa succederà? Siamo destinati a vedere introdotte nell’ordinamento giuridico disposizioni legittimanti (e in quali modi e termini?) un aiuto al suicidio? Oppure vi sono ancora spazi per contrastare le modifiche?"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Crediamo - osserva Spinelli - infatti che le istanze che oggi si avanzano a legittimare situazioni di vera e propria eutanasia, siano in contrasto con le dichiarazioni ONU di tutela della persona umana, riprese e confermate da molteplici Convenzioni internazionali, in particolare dell’UE e recepite dalla Costituzione Italiana che “garantisce i diritti inviolabili dell’uomo” (art. 2) e “tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività” (art. 32).  Alla base di tale inviolabile personalità esiste la vita della persona, senza la quale non esisterebbe alcun diritto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento