rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca

Il sindacato dei poliziotti: "I furti nei negozi sono una piaga, ecco le soluzioni"

Il segretario Ugo Vandelli: "La sicurezza è una priorità della qualità della vita su cui la gente legittimamente confida"

"A Cesena servono delle risposte più efficaci al bisogno di sicurezza? E’ questo uno dei temi quotidiani che si fa largo nel dibattito cittadino. Per l’USIP - il sindacato dei poliziotti  - come sottolinea il segretario provinciale Ugo Vandelli - la sicurezza è una priorità della qualità della vita su cui la gente legittimamente confida. Per questo motivo chi è preposto a prevenire ed affrontare le problematiche relative all’ordine e sicurezza pubblica deve essere attento ai segnali d’allarme e alle legittime richieste che provengono dalla gente e dai loro rappresentanti".

Dettaglia Vandelli: "Premesso ciò, Cesena è una città tranquilla? La delinquenza, tutto sommato, è un fenomeno marginale così come viene affermato dai vertici istituzionali? Se così fosse ci chiediamo perché proviene da una parte consistente di cittadini - esasperati dai continui reati subiti - la richiesta di maggiore controllo del territorio. Nella classifica generale dei reati - dati pubblicati nella classifica del Sole 24 Ore - la nostra provincia occupa il 26esimo posto nazionale con circa 4mila denunce ogni 100mila abitanti. Nel merito preoccupa la crescente ondata di furti negli esercizi commerciali, vera e propria piaga per il nostro territorio, che ci colloca come provincia all’ottavo posto su 106 province con 849 denunce e al 17esimo posto per furti nelle abitazioni con 1750 denunce".

"Ovviamente manca una parte rilevante di cittadini che per svariati e ovvi motivi non ritiene di ricorrere alla denuncia.A nostro parere le soluzioni da attuare in tempo reale potrebbero essere: attivare un tavolo che affronti con progettualità questa perenne emergenza sicurezza; un migliore coordinamento tra le varie forze dell’ordine messe in campo; il ripianamento degli organici in provincia, nonché il riequilibrio delle forze di polizia tra Forlì e Cesena. Altro punto da non sottovalutare la presenza del poliziotto e/o carabiniere di quartiere".

"Dati alla mano -conclude Vandelli -  il servizio da tempo ha cambiato destinazione d’uso. Infatti, il personale assegnato, oramai ridotto ai minimi termini, dopo che si è guadagnato la fiducia ed il rispetto delle fasce più deboli e dei commercianti, viene costantemente distolto da tale prioritario impiego". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindacato dei poliziotti: "I furti nei negozi sono una piaga, ecco le soluzioni"

CesenaToday è in caricamento