Il "Senso della vita": gli studenti cesenati scoprono l’importanza della sicurezza stradale

Questa l’iniziativa che la Polizia Municipale di Cesena ha organizzato per la mattinata di giovedì, nell’Aula Magna della Facoltà di Psicologia (piazzale Sanguinetti)

Una mattinata con gli studenti delle scuole superiori, per riflettere insieme a loro sul senso della vita e sull’importanza della sicurezza stradale, perché basta un comportamento sbagliato, o anche solo una piccola disattenzione, e tutto il mondo può crollare. Questa l’iniziativa, emblematicamente intitolata “Il senso della vita”, che la Polizia Municipale di Cesena ha organizzato per la mattinata di giovedì, nell’Aula Magna della Facoltà di Psicologia (piazzale Sanguinetti).

Da tempo la Polizia Municipale di Cesena è impegnata sul fronte dell’educazione stradale, con l’ispettore capo Cristina Sanulli responsabile dei progetti di formazione rivolti alle scuole di ogni ordine e grado, dalle materne alle superiori; per queste ultime, in particolare, dallo scorso anno  scolastico si è cominciato a proporre incontri di sensibilizzazione,  che hanno suscitato grande interesse, tanto che per l’anno scolastico in corso sono arrivate al Comando di via Dell’Amore moltissime richieste per replicare l’esperienza. L’evento segna, idealmente, l’avvio di questo percorso per comprendere, anche attraverso esempi concreti, i rischi in agguato sulla strada. Attesi all’Aula Magna di Psicologia oltre 300 studenti dei Licei “Monti”, “Righi”, “Alpi” e degli istituti tecnici “Serra”, “Da Vinci” e “Garibaldi”.

La mattinata sarà articolata in tre momenti e vedrà, accanto agli interventi di esperti, alcune testimonianze dirette. Dopo i saluti del Sindaco Paolo Lucchi, dell'assessore ai Servizi per le persone Simona Benedetti, dell’assessore alla Sostenibilità ambientale ed Europa Francesca Lucchi e del Comandante Giovanni Colloredo, il primo momento vedrà come protagonista Omar Bartolacelli, un ragazzo di 34 anni che racconterà la sua storia: sette anni fa è rimasto vittima di un gravissimo incidente a bordo dell’ambulanza del 118 su cui stava prestando servizio, e per questo oggi è costretto sulla sedia a rotelle. Dopo di lui, interverranno i medici del Trauma Center, che parleranno della loro esperienza sul campo, e dei casi di cui si devono occupare.

Nel secondo momento saliranno alla ribalta i medici del Sert, capitanati dal dottor Michele Sanza e dalla dottoressa Marusca Stella, i quali illustreranno le conseguenze dell’abuso di alcol e droga, e i rischi che si possono correre sulla strada a causa di queste sostanze. Anche in questo caso, a fianco degli esperi interverrà un ospite che ha vissuto da vicino la dipendenza da sostanze. Al centro del terzo e ultimo momento dell’incontro ci sarà la giovane cesenate Lucrezia Foresti, che racconterà la sua esperienza di dolore dopo la perdita di un amico in un incidente stradale, avvenuto il 26 agosto a Cesena. Ognuno dei tre momenti sarà introdotto da filmati e lascerà spazio anche a domande da parte degli studenti. Al termine della mattinata sarà, infine, proiettato lo spot sulla sicurezza stradale realizzato da alcuni studenti delle scuole superiori cesenati, che saranno presenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento